Montelupone celebra la giornata del ricordo

2' di lettura 08/02/2008 -
Sabato 9 febbraio inaugurazione di via Martiri delle Foibe


MONTELUPONE - Il 9 febbraio prossimo anche Montelupone celebra con diverse iniziative la Giornata del Ricordo, istituita per riflettere sull’immane tragedia, dimenticata per tanti anni, che ha colpito migliaia di persone seppellite vive nelle foibe dalle milizie jugoslave di Tito, lungo il confine nord-orientale italiano, e per ricordare i circa 350.000 esuli italiani di Fiume, dell’Istria e della Dalmazia costretti ad abbandonare le proprie case.

Insieme alla Giornata della Memoria, che rievoca invece il dramma dello sterminio nei campi di concentramento nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, questa ricorrenza si rivolge in modo particolare ai più giovani, perchè conoscano e non dimentichino alcuni fra gli eventi più atroci del ventesimo secolo, prendendo consapevolezza delle tragiche conseguenze dell’odio e della violenza. Per questa ragione, sono stati coinvolti tutti i ragazzi delle scuole cittadine, chiamati a preparare dei lavori frutto di ricerca e di riflessione proprio sulle foibe, insenature nelle rocce nelle quali furono uccise migliaia di persone.

Sabato 9 febbraio, dunque, due eventi celebreranno in modo particolare la Giornata del Ricordo: alle ore 9, l’attuale contrada Aneto verrà intitolata Via Martiri delle Foibe, con una cerimonia che vedrà la presenza di autorità civili, militari e religiose, mentre alle ore 10, presso il Teatro Nicola Degli Angeli, verranno presentate le opere curate dai ragazzi delle scuole monteluponesi. Un doppio appuntamento che riveste una notevole importanza, perchè solo dalla conoscenza e dalla coscienza degli errori commessi si può ripartire da nuove basi per costruire un futuro basato sul rispetto, sulla pace e sulla fratellanza: valori ai quali i nostri ragazzi hanno bisogno di essere educati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2008 alle 15:01 sul giornale del 08 febbraio 2008 - 707 letture

In questo articolo si parla di 2644, 2655, 2656, 2657, 2658