Civitanova Marche: Virgilio Sieni all'Annibal Caro

2' di lettura 21/02/2008 - Sabato 23 febbraio al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche va in scena Sonate Bach la creazione di danza del coreografo e regista Virgilio Sieni. Lo spettacolo è proposto nel cartellone di Civitanova danza tutto l’anno, stagione invernale della danza giunta alla sua undicesima edizione e promossa dal Comune di Civitanova Marche, dai Teatri di Civitanova, dall\'Amat, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Marche con il contributo di Paciotti spa.

CIVITANOVA MARCHE - Lo spettacolo â€" prodotto dalla compagnia Virgilio Sieni - vede in scena i danzatori Ramona Caia, Simona Bertozzi, Massimiliano Barachini e Pierangelo Preziosa. Le musiche di Bach sono eseguite dal vivo da Diego Maccagnola (pianoforte) e Johanna Rose (viola da gamba). I costumi sono di Giulia Pecorari e le luci di Vincenzo Aleterini.
Per informazioni e biglietti (da euro 8,00 a euro 15,00): biglietteria del Teatro 0733 812936 - 0733 892101,
Inizio spettacolo ore 21.

Al centro dello spettacolo undici coreografie che deflagrano nel gesto del dolore e della pittura e rammentano altrettanti avvenimenti tragici accaduti nei conflitti recenti: Sarajevo, Kigali in Rwanda, Srebrenica, Tel Aviv, Jenin, Baghdad, Istanbul, Beslan, Gaza, Andijan, Kabul. Undici coreografie messe in scena con la suggestione consueta dell’arte di Virgilio Sieni e accompagnate dalle Sonate di Bach eseguite dal vivo. Le undici danze che si succedono hanno l’aspetto di ballate; allo stesso tempo sono una continua dedica in memoria, riferita agli eventi che segnano iconograficamente il tessuto coreografico. Una danza che qui afferma lo sforzo di evocare da queste macerie di esistenza una bellezza impossibile e paradossale, da cesellare con lo strumento etico e politico per eccellenza: il gesto.



La Compagnia Virgilio Sieni Danza nasce nel 1992. A partire dal ‘97 il fiabesco si impone come centro della ricerca coreografica e drammaturgica attraverso un continuo travaso di materiali e sperimentazioni. Nel 2000 il lavoro sulla fiaba viene riconosciuto con l’assegnazione del premio speciale Ubu. Nel 2001 Virgilio Sieni crea Solo Goldberg Improvisation, assolo-manifesto rappresentativo della poetica del coreografo, tuttora riproposto in Italia e all’estero. Tra i lavori più recenti si ricordano il progetto triennale di produzione al Teatro Ponchielli di Cremona che comprende Empty Space-requiem, Premio Ubu 2003; Visitazione Mother Rhythmi, Mi difenderò, Un Respiro, Osso.






Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2008 alle 13:24 sul giornale del 21 febbraio 2008 - 790 letture

In questo articolo si parla di