Civitanova: ricordato il grande baritono Sesto Bruscantini

2' di lettura 09/03/2008 - Ricordato a cinque anni dalla scomparsa, il cantante lirico civitanovese Sesto Bruscantini, che introdusse elementi moderni, nell\'esecuzione dell\'opera lirica

\"Questi sono i cantanti che piacciono a me. Voce sana, bella linea di canto, ottimo fraseggio, molta emotività, magnifica presenza…\". Sono le parole che pronunciò più di 60 anni fa, nel 1946, Beniamino Gigli al termine di una audizione di giovani promesse della lirica e il cantante a cui si riferiva era Sesto Bruscantini. Questo è stato uno dei tanti aneddoti che il musicologo Andrea Foresi ha narrato nel corso della bella serata che la Provincia di Macerata, con la collaborazione del Comune, ha organizzato al teatro Cecchetti di Civitanova Marche per ricordare - a cinque anni dalla scomparsa - Sesto Bruscantini, il grande baritono civitanovese che introdusse caratteri di modernità nella rappresentazione dell\'opera lirica. Alla presenza di tanti concittadini che lo hanno conosciuto o che sono stati suoi allievi ed anche di molti giovani, nel corso della serata sono state ripercorse le tappe artistiche del \"Maestro\" con l\'ausilio di foto e filmati d\'epoca. Da un Bruscantini giovanissimo in \"Un turco in Italia\" di Rossini nel 1950, alla celebre interpretazione di Figaro nel \"Barbiere di Siviglia\" alla Scala nel 1964, fino ad un cantante molto più maturo nell\'impersonare uno straordinario Falstaff al San Carlo di Napoli nel 1985 a pochi anni dalla fine della sua carriera conclusa al \"Lauro Rossi\" di Macerata nel 1991 con \"Così fan tutte\" di Mozart, il compositore da lui più amato. Bruscantini, che fu un innovatore nella recitazione lirica, diceva sempre di amare Mozart perché la sua musica permetteva di \"cantar recitando e di recitar cantando\". Molte dei brani d\'opera resi famosi da Bruscantini sono stati eseguiti nel corso delle serata dal baritono Andrea Pistolesi e dal basso Mirco Palazzi, accompagnati al pianoforte dal M° Hong Joo Hun.




Prima che il sipario di alzasse sulla conferenza-concerto, il presidente della Provincia, Giulio Silenzi ha presentato l\'iniziativa che è stata voluta nell\'ambito del programma avviato dall\'Amministrazione provinciale per ricordare i tanti personaggi che hanno fatto grande la nostra terra e che hanno esaltato i valori propri della gente maceratese. L\'assessore comunale Erminio Marinelli ha annunciato la volontà del Comune di lanciare un concorso lirico in onore di Bruscantini, annunciando su questo la disponibilità a collaborare della vedova del Maestro e trovando il consenso della Provincia. Silenzi ha proposto sia un Concorso sia un Festival da tenersi a Civitanova in nome di Bruscantini con il coinvolgimento dello Sferisterio. E\' intervenuta anche l\'assessore provinciale alle politiche giovanili e attività culturali Alessandra Boscolo, che ha ricordato come la serata in onore di Sesto Bruscantini sia stata - insieme al Festival della poesia - una tra le prime iniziative a cui ha lavorato dopo la sua recente nomina.









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 marzo 2008 - 2060 letture

In questo articolo si parla di





logoEV