Provincia: fondi comunitari, priorità alle infrastrutture

strada crispiero castelraimondo| 3' di lettura 22/03/2008 - Migliorare anzitutto le infrastrutture viarie e quelle telematiche e poi l\'accessibilità ai servizi a favore della collettività. Queste le priorità rappresentate dalla Provincia di Macerata alla Regione Marche nell\'incontro convocato per affrontare il tema della programmazione economica regionale e delle sue implicazioni sullo sviluppo locale, in particolar modo attraverso l\'utilizzo del Fondo aree sottosviluppate (Fas) e del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

Nel corso dell\'assemblea. cui hanno preso parte diversi sindaci del territorio, si è parlato anche dell\'annunciato nuovo stanziamento, da parte del Governo, di 500 milioni di euro per la superstrada 77 Val di Chienti. \"Questo atto che il Cipe si appresta a deliberare - ha spiegato il presidente della Provincia, Giulio Silenzi - di fatto destina in modo certo le risorse e ci permette di guardare con fiducia alla realizzazione del collegamento con l\'Umbria\". Sempre parlando di cifre e numeri rilevante lo stanziamento previsto nella programmazione dei fondi dal 2007 al 2013: complessivamente sono previsti investimenti per 1250 milioni di euro.


\"I mezzi a disposizione sono notevoli. Le Marche sono una delle poche regioni del centro nord che si è vista aumentare le risorse del Fas rispetto al periodo precedente. Tali risorse, per il periodo 2007 - 2013, arriveranno a superare, infatti, i 240 milioni di euro\" - ha commentato l\'assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione Economica, Pietro Marcolini, presente all\'incontro, il quale ha anche indicato alcune priorità che la Regione Marche si è data pensando all\'utilizzo di tali fondi: il miglioramento delle risorse umane, la ricerca e l\'innovazione, l\'energia e l\'ambiente, i servizi di qualità, le reti e i collegamenti per la mobilità sostenibile, la competitività dei sistemi produttivi, la governance.


Ad accennare alle priorità per il territorio maceratese è stato il presidente della Provincia Silenzi: \"Anzitutto dobbiamo puntare sulla realizzazione delle infrastrutture: quelle viarie e quelle telematiche. Le risorse messe a disposizione dal Cipe per la superstrada 77 ci aiuteranno in questo. Si sta discutendo, per il resto, su di una quota di 16 milioni di euro di fondi europei da utilizzare per dare risposta ai problemi che per noi interessano le vallate del Chienti e del Potenza. Le opere vanno realizzate - ha detto Silenzi - non devono finire come per il Cornello\". Silenzi ha parlato anche della necessità di migliorare le infrastrutture telematiche e degli investimenti per la banda larga. Alcune delle idee progettuali, che riguardano il Fesr, saranno discusse il 26 marzo dalla Conferenza provinciale delle Autonomie locali.

\"Le risorse messe a nostra disposizione sono ingenti. Quello che possiamo dare come Provincia è un utile contributo per il loro utilizzo, attraverso la presentazione di progetti integrati che aiutino a superare i gap strutturali del nostro territorio\" - è stato il commento dell\'assessore provinciale alle Attività Produttive, Daniele Salvi.


L\'iniziativa ha visto la partecipazione anche del dirigente regionale alle Politiche Comunitarie, Sergio Bozzi, del presidente del Consiglio provinciale, Silvano Ramadori, del vice presidente della Provincia, Francesco Vitali e - oltre a Salvi - degli assessori provinciali Giulio Pantanetti, Clara Maccari, Marco Romagnoli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 marzo 2008 - 950 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata





logoEV