Tolentino: a maggio ritorna Herbaria la rassegna sui segreti e la magia delle erbe

erba e fiori 7' di lettura 09/04/2008 -

La magnifica Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, a pochi chilometri da Macerata, dal 22 al 25 maggio prossimo ospita la terza edizione di Herbaria, Segreti e magie dal mondo della natura, evento dedicato alle erbe e, in generale, al mondo vegetale come fonte di benessere.



Organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, in collaborazione con la locale Camera di Commercio, Herbaria ritorna, a grande richiesta, dopo un anno di pausa.

Una precisa scelta, quella di biennalizzare la manifestazione da parte degli organizzatori, motivata dalla volontà di offrire al pubblico appuntamenti sempre nuovi e diversi, ricercati e curati nel minimo dettaglio.

Particolarmente ricco, dunque, si presenta il programma di questa terza edizione, il cui filo conduttore è l’alimentazione intesa come nutrimento del corpo, ma anche e, soprattutto, di anima e intelletto. L’obiettivo è, infatti, Nutrire passioni, ovvero offrire al visitatore un’occasione di arricchimento spirituale e culturale all’insegna della naturalità.

Tra gli appuntamenti da non perdere, Monastica, con la mostra Benedetta quotidianità, che illustra la vita e le attività nei conventi e con la Farmacia dei monaci che mette in vendita i prodotti dei principali monasteri italiani, raccolti a cura della cooperativa “Botteghe e mestieri”.

Anche la grande arte è protagonista di Herbaria con l’esposizione Olio su tavola, raccolta di preziose opere pittoriche dal XVII al XXI secolo, provenienti in gran parte dalle collezioni delle più importanti Fondazioni bancarie italiane e raramente fruibili al grande pubblico. Le opere, che hanno per soggetto il cibo, avranno un singolare allestimento arricchito da ricette ispirate ai quadri e sculture alimentari realizzate dagli allievi dell’Istituto Alberghiero di Cingoli. La mostra resterà aperta fino al 29 Giugno.

Rinnovato nel look ritorna l’immancabile Mercato Verde, la mostra mercato del benessere che, quest’anno, sarà un vero e proprio villaggio aperto per uno shopping esclusivo di prodotti alimentari, artigianali, vivaistici ed erboristici di nicchia.

Tantissime anche le attività collaterali che completano il programma di Herbaria 2008, tutte ispirate al tema del cibo, affrontato con originali declinazioni, alla presenza di tantissimi personaggi del mondo enogastronomico, culturale e dello spettacolo.

Tra le novità più importanti, il cibo visto da dietro la macchina da presa. Così, la rassegna cinematografica Set da Cucina diventa un viaggio affascinante tra filmati e scatti fotografici, nelle scene più significative di famosi film italiani e internazionali sulla tavola e sulla cucina.

Nell’ambito del dibattito sul tema Il cibo nel cinema, Laura Delli Colli intervisterà un indiscusso protagonista del cinema italiano, molto amato dal pubblico sia nelle vesti di attore, che :di regista. Parliamo di Carlo Verdone, che, sabato 24 maggio, alle ore 17.00 non mancherà di coinvolgere il pubblico con la sua travolgente simpatia.

Con la proiezione di tre documentari del ciclo “Il Cibo dell’anima”, il regista e documentarista Piero Cannizzaro illustrerà, nell’ambito di Monastica, lo stretto rapporto tra cibo e spiritualità, bisogni corporei e dell’anima. In particolare, “Storie benedettine” e “Storie di clausura” raccontano il ruolo del cibo nella religione cattolica, mentre “Storie di dolci” narra la straordinaria vicenda di Maria Grammatico, vissuta per vent’anni in un convento di clausura ad Erice, che “rubando” le ricette segrete delle monache ha aperto una pasticceria di successo.

Ricco anche il calendario degli appuntamenti culturali e didattici, che spazia dai cereali alla birra, dal tè nelle culture arabe ed orientali al caffè, dal gelato al formaggio all’olio di oliva fino ai golosi dolci della tradizione maceratese, in un viaggio tra culture e contaminazioni, buone maniere ed elementari regole per la salute e il benessere.



Ogni giorno sarà possibile partecipare a laboratori gastronomici gratuiti, approfondire la conoscenza di un alimento in compagnia di esperti, imparare a cucinare ricchi piatti partendo da ingredienti semplici e genuini.

Infine, uno sguardo attento agli aspetti sociali, storici e artistici legati all’alimentazione per capire come questa si sia evoluta nel tempo.

Sull’originale palcoscenico cultural-gastronomico di Herbaria 2008 si alterneranno importanti personaggi come l’esotico gastronomade Chef Kumalé con le sue Officine Gastronomiche Multietniche: venerdì 23 sarà protagonista dell’incontro Le Cucine come Dio comanda, conferenza-spettacolo sui precetti alimentari nelle principali religioni, mentre ogni giorno ci porterà alla scoperta dei sapori e delle tradizioni del mondo, attraverso la preparazione di ricette della Cina imperiale, il gusto forte delle spezie dell’India o quello dei peperoncini, elemento comune di tante cucine locali e le essenze segrete dell’amore in uso nei Sultanati de Le Mille e una Notte. Infine, ci mostrerà tutta la suggestione della cerimonia del tè nella cultura orientale e in quella araba.

Venerdì 23 maggio vede anche la presenza ad Herbaria del critico d’arte Philippe Daverio, che, nel pomeriggio, parlerà de Il cibo: migrazioni e contaminazioni. Dal foie gras al risotto alla milanese, seguito da un curioso appuntamento sul tema delle buone maniere a tavola. La giornalista del Corriere della Sera ed esperta di bon ton Lina Sotis spiegherà le nuove regole del galateo di fronte all’imperversare dei moderni (mal)costumi.

Ad illustrare il valore del cibo e della tavola nell’arte e nella letteratura saranno due attori di primissimo piano della scena teatrale italiana. Il primo è un giovane ma già affermato protagonista, Matteo Giardini, premiato nel 2002 come “miglior lettore di Dante Alighieri” e scelto quale “Lettore dantesco 2007” a Firenze. Nello spettacolo inaugurale della manifestazione, la sera di giovedì 22, affronterà la lettura, accorata e originale, di alcuni canti dell’Inferno dantesco. La seconda è la “signora del teatro” Giuliana Lojodice, impegnata, la sera di venerdì 23, nella performance dal titolo Nel lustro del piatto il tuo viso, bambina, una lettura di brani estratti dal romanzo Giù la piazza, non c’è nessuno, della scrittrice Dolores Prato.

Sabato 24 ritorna all’Abbadia di Fiastra l’esperto gastronomico, e amico di Herbaria, Beppe Bigazzi, per presentare ben due libri: il suo ultimo La cucina del buonsenso e il volume di Manuela Di Chiara, edito dalla Fondazione Carima, Ricette, ricordi, racconti. I dolci della tradizione maceratese.

Infine, nello stesso giorno, il nutrizionista e dietologo Pietro Migliaccio, volto noto delle trasmissioni Rai,aiuterà a conoscere i segreti per mangiare bene e vivere meglio secondo la moderna scienza della nutrigenomica.

A chiudere in bellezza, il “Concerto in Quintetto” del Premio Oscar Nicola Piovani che eseguirà al pianoforte, accompagnato da quattro musicisti, le sue più celebri colonne sonore, sabato 24 maggio, alle 21.30 nella suggestiva cornice della Chiesa dell’Abbazia.

Herbaria 2008 vuole essere anche uno strumento per far conoscere un territorio, quello maceratese, ricco di natura, storia e tradizioni. Per questo, in concomitanza con l’evento si organizzano itinerari naturalistici guidati per adulti e bambini, alla scoperta delle erbe spontanee e delle loro proprietà, a cura de La Meridiana che propone, Venerdì 23 e Sabato24, escursioni guidate riservate alle scuole nella Riserva Naturale dell’Abbadia di Fiastra, mentre Sabato 24 e Domenica 25, visite gratuite per adulti, con raccolta di erbe mangerecce nel Parco Archeologico di Urbs Salvia. Le escursioni sono gratuite, su prenotazione (La Meridiana tel. 0733 202942)

Anche il Museo di Palazzo Ricci, il cinquecentesco palazzo patrizio, sede dell’omonimo Museo nel centro storico di Macerata, aprirà eccezionalmente al pubblico di Herbaria per permettere la visita alla galleria d’Arte contemporanea, mentre i principali ristoranti locali offrono particolari menù con erbe di stagione.

Da ricordare, infine, che tutti i laboratori didattici, i corsi di cucina e le iniziative culturali di Herbaria 2008 sono interamente gratuiti e su prenotazione. Per informazioni e prenotazioni: www.herbaria.it – Tel. 0733 271836






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 aprile 2008 - 770 letture

In questo articolo si parla di attualità





logoEV