Camerino: il jazz sposa il teatro con i premi Massimo Urbani ed Ugo Betti

3' di lettura 29/05/2008 - Dal 29 maggio al primo giugno si svolge la dodicesima edizione del premio internazionale di jazz intitolato a Massimo Urbani, che coinvolge i comuni di Camerino e Urbisaglia, insieme all\'associazione Musicamdo. Sabato 31 maggio giornata clou per il premio di drammaturgia intitolato ad Ugo Betti, organizzato dall\'omonimo centro studi e dal comune di Camerino. 

\"Siamo riusciti a mettere insieme due premi importanti, con lo stesso fine, lanciare govani talenti\", così l\'assessore al turismo di Camerino, Gianluca Pasqui, racconta il \"matrimonio\" tra jazz e drammaturgia che si celebrerà nella città ducale sabato prossimo, durante la conferenza stampa di presentazione, nella sala consiliare della provincia. Sabato alle 17 la sala dei Priori del Palazzo Comunale ospiterà la premiazione finale del Premio Ugo Betti per la drammaturgia, mentre in serata il teatro Filippo Marchetti ospiterò il concerto \"Italian alla star\", con Alessandro Lanzoni, piano Fabrizio Bosso, tromba Gianni Basso, sax tenore Massimo Moriconi, basso Massimo Manzi, batteria, nell\'ambito del premio internazionale di jazz intitolato a Massimo Urbani, che si apre questa sera.


\"Il premio Urbani è diventato ormai garanzia di qualità per i giovani talenti - ha detto Pasqui - mentre il premio Ugo Betti ha avuto un forte rinnovamento, per la necessità di promuovere questo nostro concittadino in modo forte ed impegnato\". Il premio internazionale Massimo Urbani, prevede stasera e domani l\'apertura alle 19, con un \"aperitivo jazz\" nel cortile del palazzo comunale, a seguire alle 21.30 al teatro Filippo Marchetti il concerto dei trenta finalisti, con ospiti Alessandro Lanzoni Trio, Massimo Moriconi e Massimo Manzi, alle 23.30 jam session con Alberto Napolioni trio e guest Maurizio Urbani, con la premiazione dei vincitori venerdì.


Domenica alle 22, in piazza ad Urbisaglia il concerto dei vincitori. \"Siamo felici - ha detto Giovanna Salvucci, assessore alla cultura di Urbisaglia - che questo premio sia cresciuto sino ad avere valenza nazionale, in un ambito di nicchia come il jazz\". \"Le collaborazioni che siamo riusciti ad instaurare spiegano la rilevanza del premio - racconta Daniele Massimi, presidente di Musicamdo - inoltre grazie al premio Unicam-Jazz i ragazzi che partecipano potranno incidere un disco\" \"E\' un premio basato sulla spontaneità - ha detto il direttore artistico Paolo Piangerelli - in cui riusciamo ad assistere all\'eccellenza musicale mentre si crea, è un grande privilegio\".


Una serie di appuntamenti, oltre a quello di sabato sono previsti per il premio Ugo Betti, in cui la giuria ha visionato 154 testi teatrali e due tesi di laurea. \"Abbiamo scelto di far riappropriare il territorio di Ugo Betti, del suo patrimonio di scrittore, poeta e drammaturgo, con Piangerelli abbiamo deciso di richiare in due in uno stesso spettacolo\", scherza il prof.Pierfancesco Giannangeli, direttore del centro studi dedicato a Ugo Betti. Dopo la premiazione dei cinque finalisti verrà presentato lo spettacolo dell\'Associazione Mimesis \"Dare Voce - Viaggio tra i testi del Premio Betti 2008\" a cura di Claudio Longhi, suggestivo percorso tra i testi del Premio Betti 2008. Per la prima volta il premio \"sbarcherà\" a Musicultura, con letture dei testi bettiani nel pomeriggio di sabato 14 giugno. Alla presentazione dei premi, sono intervenuti anche Giulio Silenzi, presidente della provincia e Alessandra Boscolo, assessore provinciale alla cultura.








Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 maggio 2008 - 1008 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, jazz, camerino, monia orazi, premio ugo betti, premio massimo urbani, urbisaglia, musicamdo, drammaturgia





logoEV