E\' morto Cesare Jonni, un mito tra gli arbitri

Cesare Jonni e altri 12/07/2008 - Il Presidente della Provincia, Giulio Silenzi, ha espresso il cordoglio suo personale e dell’Amministrazione provinciale di Macerata per la scomparsa dell’ex arbitro di calcio Cesare Jonni.

In un telegramma inviato alla famiglia viene ricordata \"l\'indimenticata ed indimenticabile figura dell\'ex arbitro maceratese che con la sua lunga e gloriosa carriera internazionale negli anni Cinquanta e Sessanta contribuì a diffondere il nome di Macerata in Italia e nel mondo\" . Due anni fa, la Provincia di Macerata assegnò al mitico \"Cesare Jonni da Macerata\" il \"premio alla carriera\" nell\'ambito della prima edizione della Serata dello Sport, l\'annuale manifestazione in cui l\'Amministrazione provinciale consegna riconoscimenti ad atleti e società sportive distintisi durante la stagione agonistica.



Cesare Jonni


(Macerata, 1917 - Macerata, 11 luglio 2008 2008) è stato un arbitro di calcio italiano. È stato uno dei più grandi direttori di gara italiani, anche se la sua fama e la sua carriera vennero parzialmente offuscate dall\'avvento della stella del suo più giovane collega Concetto Lo Bello. È tutt\'ora colui che detiene il secondo posto nella classifica degli arbitri italiani con più presenze in serie A, essendo a quota 263 (il capofila è Concetto Lo Bello con 328 presenze).


Debuttò nella massima divisione nell\'immediato Dopoguerra, e come arbitro internazionale conquistò il palcoscenico più ambito a metà degli anni Cinquanta. Nel 1960 gli venne affidata la semifinale della prima edizione degli europei di calcio in FranciaCecoslovacchia-URSS), oltre che la finale per il terzo posto tra i cechi e la Francia.


Nello stesso anno fu selezionato per dirigere alle Olimpiadi di Roma: gli toccarono le gare Bulgaria-Turchia 3:0 e Yugoslavia-Bulgaria, terminata in parità per 3 a 3. Fu scelto per il ruolo di rappresentante italiano ai mondiali di calcio in Cile, dove arbitrò ad Arica il 6 giugno URSS-Uruguay 2:1. ( A livello nazionale, nel 1959 fu decorato con il premio alla carriera, il Premio Mauro, e fu protagonista anche della finale di Coppa Italia Inter-Juventus. Come aneddoto, si ricorda che Jonni fu l\'arbitro della partita Juventus-Milan del 16.11.1958 più volte trasmessa in immagini di repertorio, famosa per l\'invasione di campo dei tifosi rimasti fuori dallo stadio perché troppo numerosi, i quali circondarono il campo collocandosi ai bordi: ci volle tutta l\'autorevolezza di Jonni per riuscire a concludere l\'incontro mantenendo nervi saldi e resistendo alla pressione.


La vittoria arrise agli ospiti rossoneri - diretti dal duo Bonizzoni-Viani - con un rocambolesco 5 a 4, con gol della vittoria opera di Ernesto Grillo al 90\'! E\' stato dirigente benemerito dell\'AIA e della FIGC.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 luglio 2008 - 1881 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata