San Ginesio: una delegazione della Commissione europea, alla scoperta dei Monti Azzurri

2' di lettura 15/09/2008 - Un territorio dalle profonde peculiarità agricole, economiche e sociali, è questo il quadro che alcuni rappresentanti della Commissione Europea hanno ammirato visitando i territori della comunità montana dei Monti Azzurri.

E\' stata una mattinata molto intensa e ricca di riflessioni quella che si è svolta venerdì mattina nella sede della Comunità montana del Monti Azzurri di San Ginesio in occasione della visita di una delegazione della Commissione Europea che aveva partecipato al convegno sull\'agricoltura sostenibile all\'Abbadia di Fistra.


E\' stato il commissario della Comunità Montana dei Monti Azzurri Giampiero Feliciotti ad invitare la delegazione, al fine di far conoscere le peculiarità del territorio sotto il profilo dell\'agricoltura con prodotti di nicchia come il consorzio della \"Mela Rosa\", la Vernaccia, ma anche altri prodotti come i prosciutti, formaggi, salumi oltre all\'iniziativa privata che sta portando avanti interessanti innovazioni nel settore del turismo e dell\'agricoltura. Due esempi su tutti, un giovane che gestisce un agriturismo che ha aperto un piccolo laboratorio per la produzione di pasta lavorata con soli prodotti locali. Oppure il prodotto sperimentale della coltivazione del melone su terreno sodo.


\"Avvalendomi della consulenza di un professore universitario - racconta Roberto Grottesi coltivatore - abbiamo provato a coltivare dei meloni in collina. Solitamente i meloni sono prodotti coltivati sotto irrigazione, questo è un prodotto di nicchia, nel senso che non c\'è una coltivazione intensiva, ma la qualità del prodotto è elevatissima oltre al fatto che si tratta di una coltivazione tardiva ovvero i meloni sono maturi proprio in questo periodo\". E\' stato lo stesso Grottesi ad esprime un pensiero personale sulla coltivazione sostenibile, ovvero che per far mantenere la fertilità del terreno, la terra debba essere smossa il meno possibile per le semine e le lavorazioni.


Un confronto che ha interessato anche Angelo Innamorati tecnico della commissione europea sull\'agricoltura e Giulio Saccuti amministratore unico dell\'Assam. \"Credo ci siano diversi periodi della politica - sostiene Giampiero Feliciotti commissario della Comunità Montana del Monti Azzurri - adesso è il periodo della raccolta. Questo territorio ha mantenuto la sua integrità ambientale, producendo molti prodotti agroalimentari di nicchia ed sono in procinto di arrivare altri riconoscimenti. Un tessuto economico di assoluto valore con aziende riconosciute in tutto il mondo, e sociale perché su questo territorio esistono case di riposo e un nuovissimo centro per accogliere bambini abbandonati. Sono questi i tanti motivi per cui la Comunità montana dei Monti Azzurri, non può sparire\". Al termine dell\'incontro la delegazione è stata accompagnata in visita in alcune aziende e agriturismo della zona.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 settembre 2008 - 1007 letture

In questo articolo si parla di attualità, san ginesio, comunità montana dei monti azzurri, monti azzurri