Camerino: all\'università summer school sul rischio ambientale

logo unicam 17/09/2008 - E\' iniziata venerdì 12 settembre presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell\'Università di Camerino la Summer school \"Environmental geology and applied geomorphology\", modulo \"Analisi del rischio ambientale\", realizzata in collaborazione con l\'Ordine dei Geologi delle Marche.

La contaminazione di suoli, acque e sedimenti oggigiorno risulta uno dei più gravi problemi da affrontare legati alle attività naturali, quali eruzioni vulcaniche, intrusioni marine, tsunami, e alle attività antropiche quali attività industriali trascorse e presenti, e rappresentano un grave rischio per la salute umana e gli ecosistemi nonché determinano impatti ambientali e socio-economici a scala regionale.


\"La consapevolezza della correlazione tra qualità delle matrici ambientali e rischio sanitario per la popolazione - sottolinea il dott. Piero Farabollini, Direttore della summer school - comporta la necessità di valutare congiuntamente i due aspetti, attraverso strumenti quali appunto l\'analisi del rischio ambientale, la cui peculiarità sta nell\'integrazione delle informazioni ambientali e sanitarie\".


Quali strumenti di applicazione dell\'analisi del rischio si utilizzano modelli di simulazione, che riproducono gli effetti di trasporto e di diffusione dei contaminanti, tenendo conto di tutti i principali fattori che influenzano tali fenomeni. L\'analisi di rischio può quindi intervenire in sede progettuale (per la pianificazione e progettazione di nuovi insediamenti ed attività), in sede di valutazione di situazioni esistenti ed in sede di verifica di misure correttive proposte.


Partecipano al corso, che si svolgerà interamente presso il Dipartimento di Scienze della Terra di Unicam, oltre 20 Geologi ai quali verranno riconosciuti crediti per l\'Aggiornamento Profess ionale Continuo. Docenti del corso saranno il dott. Piero Farabollini, il dott. Claudio Mariotti dell\'Agenzia Nazionale per l\'Attrazione degli investimenti e lo sviluppo d\'impresa (Sviluppo Italia Aree Produttive) del Ministero dell\'Ambiente, il dott. Mario Pieroni della SnamProgetti.


Per raggiungere gli obiettivi prefissati saranno affrontate tematiche quali: le generalità sulla procedura di analisi del rischio; la ricostruzione del modello concettuale del sito; la classificazione delle sostanze chimiche in base alla tossicità; le proprietà chimico-fisiche dei composti chimici; gestione del rischio e definizione degli scenari di intervento; case history ed esercitazioni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 settembre 2008 - 821 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di camerino, camerino, Unicam





logoEV