No ai cani sui treni: l\'assessore Cardinali soddisfatta della revoca

paola cardinali 1' di lettura 01/10/2008 - Soddisfazione viene espressa dall\'assessore provinciale al randagismo, Paola Cardinali, per la decisione di Trenitalia di sospendere l\'ordinanza che dal primo ottobre avrebbe dovuto vietare il trasporto sui treni degli animali di peso superiore a 6 chilogrammi.

Nei giorni scorsi la stessa assessore Cardinali aveva scritto all\'Amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, una lettera con la quale giudicava la decisione dell\'azienda ferroviaria \"in contrasto con tutte le azioni che le Istituzioni stanno promuovendo per prevenire la triste piaga dell\'abbandono dei cani\".


\"Sicuramente fra le cause dell\'incivile comportamento dell\'abbandono degli animali, ci sono - aveva scritto l\'assessore - le limitazioni severe al diritto alla mobilità dei loro proprietari, quasi fossero cittadini di serie B. Ritengo, inoltre, che tutti coloro che viaggiano con il proprio animale, abbiano nei confronti dello stesso un atteggiamento di considerazione che si esplica anche nell\'assicurare tutte le cure igienico - sanitarie che ne tutelano la salute\".


Nella lettera, inviate per conoscenza anche al Ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, al Sottosegretario alla Salute, Francesca Martini e al Sottosegretario al Turismo, Michela Brambilla, oltre che all\'Istituto Superiore di Sanità, l\'assessore Cardinali faceva presente come \"adottando tali norme di divieto, Trenitalia coltivi una cultura retrograda e discriminatoria senza, peraltro, verificare scientificamente le vere cause del pessimo stato igienico delle carrozze dei treni che sicuramente sono determinate da una sempre maggiore frequentazione di viaggiatori e da procedure di pulizia e disinfestazione inadeguate\".


La nota si concludeva con la richiesta di \"revoca delle nuove norme di divieto\", proponendo come alternativa \"la predisposizione di scompartimenti specifici per passeggeri che viaggino con animali nell\'ambito di politiche volte alla riduzione dell\'abbandono e conseguente randagismo\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 ottobre 2008 - 575 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata