UniMc: l’Università in Cina nel nome di Padre Matteo Ricci

padre matteo ricci 2' di lettura 12/10/2008 - In occasione dell’avvio delle celebrazioni per il 2010, 400° anniversario della morte di Padre Matteo Ricci, una delegazione dell’Università di Macerata si recherà dal 15 e il 17 ottobre a Pechino per partecipare al convegno internazionale “Le religioni nel mondo contemporaneo”.

Organizzate dallo stesso Ateneo maceratese in collaborazione con l’Istituto delle Religioni mondiali dell’Accademia cinese delle Scienze sociali, dall’Associazione Tianxia yi jia di Roma e l’Università Cattolica del Sacro cuore di Milano, le tre giornate di studi affronteranno l’analisi storica del ruolo che le grandi religioni mondiali hanno avuto nel Novecento in diverse aree geografiche, con particolare riferimento al cristianesimo. E’ prevista una specifica attenzione al rapporto tra le religioni e le varie culture locali e all’importanza di un dialogo che riprenda le intuizioni di Matteo Ricci. Della delegazione faranno parte il rettore Roberto Sani, cui spetta il compito di aprire i lavori del convegno, il professor Edoardo Bressan, membro del Comitato per le celebrazioni ricciane, che affronterà il tema dell’impegno sociale della Chiesa visto attraverso le encicliche papali. Al convegno parteciperà anche S.E. Mons. Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata, Tolentino, Recanati, Cingoli e Treia.


La collaborazione tra le quattro istituzioni è nata lo scorso anno in occasione del convegno “Sulle orme di Matteo Ricci. Chiesa e Cina nel Novecento”, che si è svolto al Polo didattico Luigi Bertelli. In questo modo, l’Università di Macerata è entrata nel pool di istituzioni italiane che collaborano da tempo con l’Accademia Cinese delle Scienze sociali. Il nuovo convegno rientra tra le tante iniziative proposte dall’Ateneo per celebrare padre Matteo Ricci. “Approfondire la storia della Chiesa in Cina nei secoli XIX e XX - spiega Bressan - permette di analizzare la ricezione e la permanenza delle intuizioni ricciane fino ad oggi. In particolare, permette di mettere a fuoco una questione sollevata a suo tempo da Matteo Ricci, ma ancora oggi cruciale, cioè l’incontro tra cristianesimo e cultura cinese”.


Ad annunciare le altre iniziative in corso di realizzazione da parte dell\'Ateneo in questo campo è il rettore stesso. “Tra il 2008 e il 2009 – dice Sani - sorgerà a Macerata un collegio italo-cinese, per promuovere un percorso integrato di studio che ogni anno porti nella Repubblica Popolare Cinese almeno dieci nostri studenti e altrettanti studenti cinesi nella nostra Università. Infine, intendiamo approfondire i legami con la Cina con ulteriori iniziative in vista delle celebrazioni del 2010”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 ottobre 2008 - 653 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di macerata