Il presidente Silenzi sulle preferenze nel sistema elettorale

giulio silenzi 1' di lettura 18/10/2008 - Nel nostro Paese ed anche nelle Marche si sta riaprendo il confronto sulle prossime elezioni di primavera.

Si parlerà, giustamente di programmi e di uomini, ma personalmente sono convinto che bisogna partire da un confronto responsabile ma serrato sulle leggi elettorali e soprattutto dall\'errore che si è commesso con l\'ultima pessima legge firmata da Calderoli e il centro destra e che si sta rischiando di commettere di nuovo, di impedire ai cittadini di scegliere liberamente quali saranno i loro rappresentanti nelle varie Assemblee rappresentative, in Italia e in Europa.


In una società sempre più informata e matura è assolutamente incredibile che la scelta delle rappresentanze venga sottratta agli elettori ed affidata alle segreterie dei Partiti. Questo non solo mette in discussione il principio base della nostra Costituzione che afferma che \"…la Sovranità appartiene al popolo…\", ma rischia di creare un ulteriore distacco tra i cittadini e i partiti, assolutamente pericoloso e negativo soprattutto in un momento di crisi acuta a livello mondiale.


Per queste convinzioni ho aderito a tutte le iniziative, come quella dell\'onorevole Casini, che perseguivano lo scopo di mantenere le preferenze sui candidati alle elezioni, ed è per favorire questa discussione e per far crescere una diffusa sensibilità su questo tema, oltre che per esercitare una pressione democratica sul Parlamento, che ho presentato una mozione che verrà discussa nel prossimo Consiglio provinciale.


Mi auguro che i Partiti e i Gruppi parlamentari abbiano la sensibilità di recepire questo messaggio senza farsi prendere dalla suggestione di potersi sostituire alla libera scelta degli elettori.


Giulio Silenzi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 ottobre 2008 - 565 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, giulio silenzi





logoEV