Piazza Ricci

2' di lettura 30/10/2008 -

L\'attimo fuggente in uno scatto del fotografo Palmieri diventa un documento di storia sociale. Una rara cartolina di Piazza Ricci alla quale il viaggiatore ha aggiunto il nome del ristorante dove aveva probabilmente mangiato: Restourant Fanfulla.



Un\'immagine della Macerata di inizio \'900 che ci tramanda la scena di un trasloco, probabilmente verso Palazzo Ricci: sei buoi di pura razza marchigiana e relativi birocci carichi di botti, colti in un attimo di sosta. Probabilmente le botti dovevano essere scaricate proprio nelle cantine di Palazzo Ricci dove era costume vendere il vino padronale, una sorta di vendita diretta ante litteram. La piazza verrà pavimentata negli anni Venti e chiamata Vittorio Veneto.


La toponomastica ha resistito alla caduta del fascismo, nonostante il luogo venga chiamato comunemente piazza San Giovanni dal titolo della chiesa, quella dal sagrato dissacrato. Ora che i buoi se ne sono andati definitivamente dalla cittadina polverosa, ora che la piazza si sta rifacendo un maquillage parziale, ora che sono stati buttati via i pericolosi sampietrini, si dovrebbero restituire alla città i trentasei posti auto sconquassati dall\'intervento underground insieme all\'antico nome della piazza: Ricci. Padre Matteo naturalmente, molto gettonato in questo momento.


Così oltre alla via da tempo intitolata al gesuita, alla lapide commemorativa posta sulla facciata dell\'improbabile casa natale in piazza Cesare Battisti, al monumento che realizzò Virgì Bonifazi e ora seminascosto nell\'androne dell\'ex seminario vescovile, ci sarà anche questa benedetta piazza.


Lapide Ricci


IN QUESTO LUOGO

NACQUE IL 6 OTTOBRE 1562

P. MATTEO RICCI S.J.

APOSTOLO SCIENZIATO UMANISTA

PONTE TRA ORIENTE E OCCIDENTE

CARISSIMO AL POPOLO CINESE

IN MEZZO AL QUALE OPERO’

PER UN TRENTENNIO

GIUNGENDO FINO A PECHINO

DOVE MORI’ l’11 MAGGIO 1610

I CONCITTADINI NEL IV ANNIVERSARIO DEL SUO INGRESSO

IN CINA

MACERATA 9 OTTOBRE 1983










Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 ottobre 2008 - 675 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, gabor bonifazi, architetto





logoEV