Tolentino: riaperto l\'atrio della stazione, con un murales omaggio alle donne

2' di lettura 18/11/2008 -

Un dipinto di 40 metri quadrati di Carlo Gentili dedicato alla donna, nell\'atrio della stazione di Tolentino, riaperto ieri al pubblico



Ecco la dedica del pittore Carlo Gentili a tutte le donne:

\"Benvenute nella prima stazione ferroviaria italiana dedicata a tutte le donne. Il dipinto rappresenta- infatti- un benvenuto, un omaggio ideale, un saluto gentile a tutte le donne di qualsiasi età, di qualsiasi nazione, di qualsiasi etnìa che entreranno in stazione.


Contemporaneamente, il dipinto è dedicato anche al ricordo e alla valorizzazione di tutte quelle donne che vivono o hanno vissuto nel territorio caratterizzandolo con il proprio lavoro, con la propria sensibilità, con il proprio animo: a quante, nell\'anonimato, nella semplicità e nella dignità di una vita spesa all\'interno della comunità, hanno impresso un animo di accoglienza e di solidarietà che si respira ancora oggi nella città. Questo dipinto rappresenta un \"grazie\" ideale rivolto a tutte loro.

Il dipinto, di circa 40 metri quadrati, rappresenta una figura femminile (\"La Saracina\" ovvero una famosa statua romana del I sec.d.C. di Tolentino) che presenta alle visitatrici alcuni monumenti della città: si intravedono Le fonti di San Giovanni (che rappresentano l\'aspetto magico-rituale di Tolentino), il Torrione (aspetto storico), il ponte del diavolo (aspetto tradizionale), la chiesa di San Nicola (aspetto religioso).


La realizzazione del dipinto è stata effettuata nell\'ottobre del 2008 su invito dell\'assessore Massimo Seri e del sindaco Luciano Ruffini, cui vanno i ringraziamenti del pittore.\"


La Stazione di Tolentino, quindi si presenta con una immagine innovativa e soprattutto nuovamente viva dopo la chiusura della biglietteria. I nuovi uffici, l’Informagiovani ed il Punto di accoglienza ed informazione turistica saranno a disposizione di quanti frequentano abitualmente la stazione ma anche di tutti i cittadini per fornire notizie utili e servizi.

CARLO GENTILI, nato a Tolentino nel 1958, collabora con il \"Gruppo Pegaso\" di Spinetoli coordinato da Carlo Damiani. Effettua i \"Murales sociali\" attraverso i quali comunica importanti tematiche solidali. Suoi lavori figurano in collezioni private di Nottingham, Atene, Liegi, Bruxelles, Milano, Roma, Napoli, Crema, Siracusa, ecc. A grottammare (AP) ha effettuato il murale di 48 metri lineari \"Contro tutti i fili spinati del mondo\", mentre per San Benedetto del Tronto ha ideato un dipinto di 90 metri lineari \"Contro le bombe a Grappolo\"



Nelle foto di Carlo Gentili, il murales dedicato alle donne








Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 novembre 2008 - 956 letture

In questo articolo si parla di attualità, monia orazi