Tolentino: a Cabaret Buffet Baz, metafora sul mondo dello spettacolo

3' di lettura 06/01/2009 - A Tolentino, nonostante il giorno infausto in cui il teatro \'N. Vaccaj\' è stato distrutto da un incendio, gli spettacoli teatrali continuano senza sosta. Al cine-teatro \'Don Bosco\' per il secondo anno consecutivo si può assistere al \'cabaret buffet\'.

Il Cabaret è storicamente una forma di spettacolo che combina teatro, canzone, commedia e danza. Nato sul finire del XIX secolo in Francia, il cabaret è una forma di spettacolo intellettuale ed anticonformista. Si differenzia subito dal cafè-chantant, orientato maggiormente verso l\'intrattenimento e non la sperimentazione di nuovi linguaggi. Il primo appuntamento è stato quello di Marco Bazzoni, in arte Baz, che ha allettato il pubblico con la sperimentazione di nuovi linguaggi e nuove battute sull\'attualità dei mass-media.


Al termine dello spettacolo abbiamo chiesto di spiegarci il significato di Baz 2.0; \"Baz è la metafora del mondo dello spettacolo. Molto semplice: fai questo; fallo subito; zitto e non protestare! Il mondo dello spettacolo; quello sbagliato, in verità\".


Ma tu hai annunciato anche la prossima novità: un programma ancora più raffinato. In cosa consiste Baz 3.0?

\"Baz 3.0 è in uscita da questo mese in offerta speciale ed avrà altri piccoli accorgimenti, che sto ancora studiando. Però cambierà ulteriormente e sarà ancora diverso\".


Puoi spiegarci il motivo perché durante lo spettacolo hai puntato il dito contro la televisione, soprattutto quella televisione fatta dai tronisti e dalle veline?

\"Spesso il mondo dello spettacolo spesso è l\'immagine del popolo che va dietro al successo facile. In Italia la visione che dà il mondo dello spettacolo è diversa dalla realtà. Quindi volevo sottolineare questo\".


Invece il cabaret dà più soddisfazione?

\"Sicuramente gli spettacoli dal vivo danno all\'artista più libertà di espressione ed al pubblico l\'occasione di divertirsi molto di più\".


Dobbiamo notare che al termine del tuo spettacolo hai lanciato un appello di buon comportamento al pubblico: ci spieghi il motivo?

\"Noi che facciamo questo mestiere di comici abbiamo una piccola fortuna: quella di dire liberamente quello che pensiamo davanti a molta gente. Sotto l\'ala protettrice della satira si possono dare messaggi importanti\".


Ci puoi raccontare in cosa consiste il progetto delle \'lumache\'?

\"Le lumache sono un gruppo di comici provenienti da formazioni ed esperienze differenti che hanno deciso di unirsi e contaminarsi dando vita ad una loro personale linea comica. All\'interno del mondo de Le Lumache coesistono e interagiscono mimi, monologhisti, musicisti, teatranti, clown, imitatori, e caratteristi. Grazie all\'eterogeneità dei propri elementi il gruppo creativo de Le Lumache è in grado di muoversi nei più svariati campi del mondo dello spettacolo. Dissacranti, imprevedibili e irriverenti,in un clima goliardico, Le Lumache rielaborano la società in cui viviamo guardandola protetti da quella foglia di lattuga che è la loro fantasia. Rallentare è possibile, d\'altronde \'Una lumaca va piano anche in discesa…\'. Per chi vuole maggiori delucidazioni il sito è www.lelumache.net\".


Sabato 29 febbraio alle ore 21.30 è in programma il secondo appuntamento con Giuseppe Giacobazzi direttamente da Zelig Circus (i biglietti sono già prenotabili presso il Cine-Teatro \'Don Bosco\' di Tolentino)








Questo è un articolo pubblicato il 06-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 07 gennaio 2009 - 1755 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, simone baroncia





logoEV