Stasera poker di risate a teatro, con Giole Dix e Zuzzurro e Gaspare

gioele dix 2' di lettura 21/01/2009 - A Montecosaro va in scena \"Dixplay\" con Gioele Dix, a Tolentino gli \"Scherzi\", con Zuzzurro e Gaspare, questa sera alle 21

\"Pezzi da novanta\". Quelli che saranno stasera in due diversi teatri della provincia. Talenti puri, di quelli che fanno le cose con l\'anima. Uno schermo speciale, farà da quinta a Gioele Dix che stasera mette in scena a Montecosaro, teatro delle Logge, \"Dixplay\", dove con ironia dissacrante e velata comicità una serie di personaggi, un viaggiatore, un professore, un automobilista che raccontano la quotidianità dell\'Italia di oggi. Un piccolo racconto dello spettacolo è un omaggio a Walter Chiari.


A Tolentino, orfana del Vaccaj, vanno in scena al cinema Don Bosco gli \"Scherzi\" di Anton Cechov, messi in scena dal duo comico di Zuzzurro e Gaspare, insieme a Eleonora D\'Urso. Ecco una descrizione dello spettacolo, dalle note di regia scritte da Massimo Chiesa:

Scherzi di Anton Cechov
Questo spettacolo è formato da quattro atti unici, \"L\'orso\", \"Tragico controvoglia\", \"Il tabacco fa male\" e \"La domanda di matrimonio\" che lo stesso Cechov definì \"scherzi\". Per la verità \"Il tabacco fa male\" non fa parte degli \"scherzi\" in quanto definito scena-monologo, e forse era tra i quattro quello a cui l\'autore teneva di più, scritto nel 1886 e riscritto in modo definitivo nel 1903 dopo parecchie stesure.

Dalla recensione di Domenico Rigotti - L\'Avvenire:
\"L\'orso\". La situazione appare fin dall\'inizio spassosamente paradossale. L\'orso del titolo è un infuriato ed apparentemente inesorabile creditore che villanamente irrompe in casa di una (anche lei solo apparentemente) inconsolabile vedovella. Una catena di battibecchi, dinieghi, minacce, insulti, perfino una sfida a duello. Finchè… finchè fra i due irriducibili contendenti scoppia l\'amore.
\"Tragico controvoglia\". Cechov qui costruisce la sua acre e beffarda partitura sulla semplice lista di commissioni che un povero ometto deve fare per la moglie in villeggiatura: un catalogo di insignificanti incombenze che getta un\'ombra di follia su una vita intera.
\"Il tabacco fa male\". Il monologo ruota intorno alla conferenza di un povero disgraziato oratore che subito si trasforma in una triste confessione di miserie e meschinerie familiari.
\"La domanda di matrimonio\". E\' un abilissimo crescendo di una assurda disputa e di nevrotiche ripicche. Subito da principio i tre protagonisti sono già caricati a molla per girare frenetici intorno al perno del vaudeville tagliente, punteggiato di sottile, quando non feroce, ironia.


Info:

Tolentino-0733.972220, www.teatrovaccaj.it

Montecosaro-0733.229583, 071.2072439







Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 21 gennaio 2009 - 602 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, monia orazi, gioele dix





logoEV