Un fondo di solidarietà da 500 mila euro per le piccole imprese

3' di lettura 03/02/2009 - La Provincia di Macerata ha costituito un Fondo di solidarietà per le piccole e medie imprese. Ammonta a 500 mila euro e serve a favorire la concessione di prestiti (fino a 100 mila euro) da parte delle banche alle imprese che ne fanno richiesta.

Il fondo, infatti, costituisce una garanzia per gli istituti di credito, aggiuntiva alla garanzia offerta dai Confidi. Per dare attuazione sin dal primo febbraio a questo strumento finanziario, sabato scorso (31 gennaio) la Provincia di Macerata - prima nelle Marche a prendere tale iniziativa - ha sottoscritto un\'apposita convenzione per la gestione del fondo di solidarietà con le Cooperative di garanzia delle associazioni imprenditoriali. Grazie a questo Fondo la garanzia offerta alle banche sale al 70% e ciò dovrebbe indurre gli istituti di credito ad erogare i prestiti con maggiore tranquillità e soprattutto celerità, per far fronte all\'attuale momento di crisi economica.


Dopo la firma della convenzione il presidente della Provincia, Giulio Silenzi, l\'assessore provinciale alle attività produttive, Daniele Salvi, e i rappresentanti delle Cooperative di garanzia (Coturfidi, Fim.Cost, Confidicoop Marche, Cooperativa artigiani Maceratese, Fidimpresa Marche, Coooperativa artigiani Pierucci e Confidi Macerata), hanno tenuto una conferenza stampa in cui è stata sottolineata la urgente necessità delle imprese di avere in questo momento la massima liquidità.


E\' stato lo stesso presidente Silenzi a ricordare la rapidità con cui la Provincia è intervenuta. Nel mese di novembre insieme alla Camera di commercio la Provincia ha costituito un Fondo analogo di un milione di euro, ad integrazione di quello regionale. Siccome tale fondo regionale non è immediatamente operativo, la Provincia di Macerata, in virtù anche del fatto di aver approvato il Bilancio di previsione 2009 entro il 31 dicembre 2008, nel mese di gennaio ha potuto deliberare l\'istituzione di questo nuovo fondo di solidarietà attivabile da subito.


L\'emergenze a cui si tende di venire incontro - è stato detto durante la conferenza stampa - è rappresentata da una empasse gravissima, in quanto mentre le banche sono sempre più rigide nel concedere liquidità, i pagamenti delle imprese nei confronti dei fornitori, che solitamente avevano una scadenza di 60-90 giorni, oggi stanno arrivando anche ad oltre 200 giorni.


Si tratta quindi di favorire un ritorno alla normalità nella erogazione del credito per cui questa ulteriore garanzia di 500 mila euro può consentire agli istituti di credito di attivare un percorso celere in favore delle piccole e medie imprese della provincia.


E\' stato calcolato che questa ulteriore iniziativa della Provincia di Macerata per far fronte alla crisi economico-finanziaria, permetterà di attivare circa 34 milioni di euro in investimenti che andranno a sostegno del sistema economico provinciale. Nel Maceratese le imprese sono 37 mila e quasi tutte a conduzione familiare, di cui oltre il 90% con meno di dieci dipendenti ciascuna. E il rischio da scongiurare è che a causa della crisi molte di queste imprese siano destinate a scomparire.


Nella foto, Amministratori della Provincia e dirigenti dei Confidi alla firma della convenzione per il Fondo di solidarietà








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 03 febbraio 2009 - 640 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata





logoEV