Recanati: Neri Marcorè in \'Un certo signor G\' al Teatro Persiani

26/02/2009 - Grande attesa a Recanati per l\'arrivo di Neri Marcorè. Il popolare e istrionico attore marchigiano calcherà le scene del Teatro Persiani per interpretare \"Un certo signor G\", dall\'opera di Giorgio Gaber e Sandro Luporini. Lo spettacolo, per cui c\'è stata una vera e propria corsa al botteghino, andrà in scena da venerdì 27 febbraio a domenica 1° marzo.

Dopo il successo de \"La storia della bambola abbandonata\" di Giorgio Strehler, ripresa da Andrea Jonasson, con ben nove rappresentazioni che hanno visto sul palco, come protagonisti, e in platea, come spettatori, complessivamente ben 3.600 bambini, il Persiani torna ad essere il centro di un altro straordinario evento.


Lo spettacolo con Neri Marcorè, per la regia di Giorgio Gallione, è una produzione del Teatro dell\'Archivolto, in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber. A quasi quarant\'anni di distanza (Il signor G nasce nel 1970), il Teatro genovese offre un\'occasione per rileggere e rivisitare l\'opera di Giorgio Gaber. Un certo signor G è un excursus, sotto l\'attenta guida di Giorgio Gallione, nell\'universo gaberiano, dalle prime esperienze teatrali, quelle di Dialogo tra un impegnato e un non so, Far finta di essere sani, Anche per oggi non si vola (tra il 1970 e il 1974), fino all\'ultimo disco del 2003.


Un viaggio-omaggio che procede per monologhi e melologhi, musiche e canzoni, inevitabilmente iscritto nella forma stilistica del \'teatro canzone\', felice invenzione gaberiana, geniale strumento di decifrazione delle sfrangiature e delle nevrosi della contemporaneità. Neri Marcorè è il signor G, solo sul palcoscenico, accompagnato da due pianiste, Gloria Clemente e Vicky Schaetzinger, nell\'elaborazione musicale, quasi concertistica, di Paolo Silvestri, a riscoprire un\'opera, quella di Gaber e Luporini, da considerare ormai un \"classico moderno\", riflessione, ironica e malinconica a un tempo, sul destino dell\'uomo, smarrito tra contraddizioni, utopie e paure, solo, di fronte al paradosso di un\'asfissiante normalità.


L\'orario di apertura della biglietteria è dal martedì al sabato dalle ore 11 alle 13 e dalle ore 16 alle 20. Per informazioni e prenotazioni si può contattare il Teatro Persiani al numero 071.7579445.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2009 alle 21:55 sul giornale del 26 febbraio 2009 - 591 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, recanati, Comune di Recanati