San Severino: Uniti per San Severino rinvendica l\'indipendenza

san severino piazza 1' di lettura 01/04/2009 - All’indomani dell’ultimo Consiglio comunale, gli indipendenti della Lista civica di maggioranza “Uniti per San Severino” - i consiglieri Fernando Taborro e Paolo De Angelis e gli assessori Cadia Carloni, Marco Massei e Sergio Giorgetti – intervengono con una nota in difesa dello “spirito civico” della lista di maggioranza cui appartengono.

“All’interno del gruppo consiliare Uniti per San Severino – scrivono i cinque eletti – ci sono consiglieri e assessori che provengono dalla società civile, i cosiddetti ‘civici’. Diciamo questo per fare maggiore chiarezza sugli equilibri interni alla maggioranza perché non vorremmo che si pensasse che all’interno di questo gruppo tutti i consiglieri sono iscritti a questo o a quel partito.


La caratteristica della lista-Martini è stata fin da subito questa: avere candidati politicamente schierati, come ad esempio lo stesso candidato-sindaco, e altrettanti candidati indipendenti. Ora all’interno della maggioranza questo rapporto rimane tale perché alcuni consiglieri e assessori che si candidarono da indipendenti sono rimasti tali. Accanto a loro c’è chi è iscritto a un partito. Questa diversità è una vera e propria risorsa poiché i due ruoli sono perfettamente complementari e non c’è nessuna prevaricazione degli uni sugli altri. Nessuno di noi pensa che all’interno del gruppo ci siano una parte buona e una cattiva, ritenendole entrambe di pari dignità. Il ruolo dei partiti non è preponderante nei confronti degli indipendenti, come non è preponderante il ruolo degli indipendenti rispetto ai partiti.


Ci sono un profondo rispetto e un perfetto ‘gioco di squadra’ tra le due parti che, completandosi a vicenda, danno vita a un’azione di governo che ha come obiettivo il bene del nostro paese”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2009 alle 15:31 sul giornale del 01 aprile 2009 - 821 letture

In questo articolo si parla di politica, san severino marche, Uniti per San Severino