Volley: la finale di Champions League è di Trento

lube a praga 3' di lettura 05/04/2009 - A Praga, nella “O2 Arena” gremita da quasi diecimila spettatori, la Lube Banca Marche sfodera purtroppo una delle sue più brutte prestazioni stagionali, e si arrende all’Itas Trento col nettissimo punteggio di 0-3 (21-25, 19-25, 23-25). I biancorossi, nervosi e irriconoscibili rispetto alle passate uscite (ben 25 errori punto in tre set e 43% di efficienza in attacco), domani alle 14.30 dovranno così scendere in campo per la finalina di consolazione contro l’Iskra Odintsovo, sconfitta nella prima semifinale della giornata dai greci dell’Iraklis Salonicco (1-3: 25-19, 22-25, 23-25, 23-25).

PRIMO SET – Biancorossi avanti 5-2 in avvio, ma la squadra di Stoytchev riacciuffa immediatamente la parità (6-6) mettendo il parziale sul binario del punto a punto. De Giorgi inserisce Snippe per Swiderski, in evidente difficoltà in seconda linea, l’equilibrio regna fino a quota 19, quando una difesa sul primo tempo di Lebl riporta avanti l’Itas, che poi piazza la fuga decisiva con un ace di Kazyiski che vale il 23-21. Il set si chiude 25-21.

SECONDO SET – C’è di nuovo Swiderski in campo, i biancorossi devono rincorrere sin dall’inizio (3-6) ma ritrovano la parità a quota 8. I biancorossi sbagliano tanto al servizio, mentre dall’altra parte invece Kazyiski e compagni continuano a martellare con grande efficacia la ricezione Lube. Il break dei gialloblu arriva con un muro di Winiarski su Omrcen che vale il 16-14, poi un errore di Martino (ma il giovane martello piemontese, alla fine, sarà uno dei più positivi: 12 punti, 58% in ricezione e 53% di positività su 17 palloni attaccati)ed il successivo contrattacco vincente di Kazyiski portano l’Itas sul 17-13.


La Lube Banca Marche prova la reazione riportandosi a -2 (16-18), poi sulla ricezione staccatissima di Winiarski, Kazyiski toglie le castagne dal fuoco trovando un gran mani out contro muro a tre, che precede un altro errore in attacco di Martino: ristabilito il vantaggio di 4 punti per i trenti, che mettono in vetrina un Kazyiski davvero micidiale sulle palle alte. Trento chiude 25-19, con un errore in attacco di Swiderski.


TERZO SET – De Giorgi inserisce ancora Snippe per Swiderski (solo 2 punti per il polacco, che chiude con il 20% in attacco su 10 palloni), dopo una partenza al rallentatore (2-4) i biancorossi fanno registrare una fiammata a metà parziale con Omrcen protagonista (si va 11-8), poi il buio: Vermiglio e compagni devono ancora fare i conti con un inarrestabile Kazyiski, capace di risolvere a favore dell’Itas ogni situazione di difficoltà Il coach dei maceratesi prova a risollevare i suoi inserendo Bartoletti per Omrcen (rientrerà sul 16-21 e chiuderà come top scorer della squadra, con 13 punti, 35% in attacco), e Saraceni in seconda linea per Snippe, ma non c’è più nulla da fare, nonostante tre match point annullati. Finisce 25-23 per Trento.

DE GIORGI: \"LA PIU\' BRUTTA PARTITA DELLA STAGIONE\"

Innanzitutto – ha detto l’allenatore della Lube Banca Marche nella conferenza stampa post partita – voglio fare i complimenti a Trento per la vittoria, che è stata indubbiamente meritata sul campo. Da parte nostra, non credo di sbagliare dicendo che purtroppo abbiamo fatto la nostra più brutta partita della stagione, non mi piace fare certe classifiche ma oggi proprio non è andato nulla per il verso giusto.


Durante la gara abbiamo anche provato in diversi modi a far girare la ruota dall’altra parte, senza però ottenere alcun riscontro positivo. Conoscevamo l’avversario, l’avevamo studiato molto bene ma purtroppo sul campo non siamo riusciti ad esprimere ciò che avevamo preparato. Risvolti per il futuro? La mia squadra ha già dimostrato di saper uscire alla grande dai momenti difficili, ce la faremo anche stavolta. Per giovedì, in gara 3 contro Treviso, saremo certamente pronti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2009 alle 21:43 sul giornale del 06 aprile 2009 - 821 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, lube, treia, volley, lube volley, lube banca marche





logoEV