San Severino: ordinanza sui cani, tutte le avvertenze

2' di lettura 07/04/2009 - Il sindaco del Comune di San Severino Marche, Cesare Martini, e l’assessore alla Sicurezza, Sante Petrocchi, unitamente al comando della Polizia Municipale e ai servizi veterinari della zona territoriale 10 dell’Asur, ricordano ai cittadini possessori di cani che è in vigore, su tutto il territorio comunale, l’ordinanza ministeriale concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani.

La stessa ordinanza, pur eliminando la lista delle cosiddette “razze pericolose”, ha introdotto la piena responsabilità, civile e penale, in capo ai proprietari che sono ora di fatto sempre responsabili per i danni e lesioni che i propri animali arrecano a persone, cose e altri animali. Viene inoltre introdotto l’obbligo di condurre i cani nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico con un guinzaglio di misura non superiore a metri 1,5 e di avere sempre con sé la museruola, rigida o morbida, da applicare agli animali in caso di potenziale pericolo.


Presso i servizi veterinari dell’Asur sarà istituito il registro dei cani morsicatori con provvedimenti conseguenziali tra cui l’obbligo per i proprietari degli animali di stipulare assicurazione obbligatoria e di condurli in luoghi pubblici o in aree urbane muniti di guinzaglio e museruola applicata. Viene ribadito l’obbligo della raccolta delle feci per chiunque conduca il suo cane in ambito urbano, obbligo che peraltro vige da tempo anche a San Severino. A riguardo l’Amministrazione comunale, per venire incontro ai proprietari dei cani, ha installato in città dei box distributori di sacchetti con cui si possono raccogliere e smaltire gli escrementi. La Polizia Municipale e il personale dei Servizi Veterinari hanno intensificato controlli e sopralluoghi congiunti per prevenire il fenomeno del randagismo e per vigilare sulla corretta applicazione delle norme in materia di anagrafe canina, pubblica sicurezza e polizia veterinaria nonché sul rispetto delle regole di convivenza sociale, igiene urbana compresa.


Ogni trasgressione alle disposizioni emanate con l’ordinanza ministeriale ed alle precedenti ordinanze sindacali tuttora vigenti, sarà perseguita e sanzionata a termini di legge






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2009 alle 13:17 sul giornale del 07 aprile 2009 - 793 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche





logoEV