San Severino: inagibile la chiesa di Cesolo

chiesa di Cesolo 1' di lettura 08/04/2009 - Il sindaco del Comune di San Severino Marche, Cesare Martini, a seguito delle richieste giunte dal Comitato della frazione di Cesolo, rappresentato dal presidente Mario Chirielli, ha inviato i tecnici comunali presso la chiesa di Santa Maria Assunta, di proprietà dell’omonima parrocchia, per verificare lo stato di aggravamento delle condizioni di conservazione dell’immobile danneggiato dal terremoto del settembre 1997 ed interessato dai movimenti sismici che, a più riprese, da dieci anni a questa parte si sono continuati a registrare sul territorio, comprese le scosse di questi giorni.

Nella mattinata di martedì il primo cittadino, sentito il parere del responsabile dell’Ufficio Sisma, geometra Paolo Mandorlo, ha firmato un’ordinanza con la quale - recependo la relazione tecnica dell’ingegner Sandro Pierucci, incaricato dalla Curia di effettuare una verifica statica sull’edificio, con cui si desume l’impossibilità di certificare la sicurezza della struttura e contestualmente la si dichiara pericolosa per la pubblica incolumità -, si dispone di adottare con effetto immediato tutte le misure idonee per impedire l’accesso all’interno del luogo di culto.


Il responsabile dell’area tecnica del Comune di San Severino Marche, architetto Andrea Pancalletti, ha emesso conseguentemente un provvedimento per l’eliminazione dello stato di pericolosità della chiesa e della zona circostante.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2009 alle 13:46 sul giornale del 08 aprile 2009 - 723 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche





logoEV