S. Severino: rientra la squadra di volontari dall\'Abruzzo

terremoto 09/04/2009 - Rientreranno giovedì pomeriggio i volontari della Protezione Civile inviati dal Comune di San Severino Marche in Abruzzo nelle zone colpite dal sisma subito dopo la forte scossa di terremoto che nella notte fra domenica e lunedì scorsi ha provocato morti, feriti ed ingenti danni al patrimonio.

La squadra, formata dal coordinatore del gruppo comunale di Protezione Civile, Dino Marinelli, e da altre quattro persone, ha contribuito all’allestimento di una tendopoli nel grande prato di piazza d’Armi all’Aquila e poi nel montaggio dell’ospedale da campo presso la cittadina abruzzese. “Abbiamo trovato interi paesi rasi al suolo, tantissime case sventrate, centinaia e centinaia di feriti” – è il racconto di Dino Marinelli che si è tenuto in costante contatto con il responsabile della Protezione Civile presso il Comune, il geometra Luigi Ranaldi. Il sindaco, Cesare Martini, ed al vice sindaco, Sante Petrocchi, nella notte di domenica hanno immediatamente autorizzato l’invio dei soccorsi.



L’Amministrazione comunale di San Severino, una delle prime delle Marche ad offrire il proprio aiuto ai terremotati, ha rinnovato in queste ore la propria disponibilità per far partire anche altre squadre di volontari e si è offerta per l’invio di tecnici iscritti ai rispettivi albi professionali ed operanti presso l’Ufficio Tecnico per svolgere attività di rilevamento dei danni. Presso il gruppo comunale di Protezione Civile esiste già una squadra di geometri, architetti ed ingegneri pronta, anche in questo caso, ad intervenire con tempestività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2009 alle 11:59 sul giornale del 09 aprile 2009 - 649 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, san severino marche, Comune di San Severino Marche