San Severino: terremoto, sopralluogo dei tecnici nelle scuole

scuola 2' di lettura 15/04/2009 - A seguito delle scosse di terremoto che esattamente una settimana fa hanno seminato panico e distruzione fra le popolazioni dell’Abruzzo, e che in parte sono state avvertite anche in città, il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, ha disposto un sopralluogo tecnico per verificare la staticità degli immobili di proprietà comunale sedi delle scuole dell’infanzia e della scuola primaria del Circolo Didattico “Luzio”, compresa la scuola elementare della frazione di Cesolo.

Alla verifica, oltre al primo cittadino, hanno preso parte l’assessore agli Interventi Strutturali, avvocato Marco Massei, il responsabile dell’area Urbanistica, ingegner Mario Poscia, ed il responsabile dell’ufficio Manutenzioni del Comune, geometra Massimo Boldrini.


“Tutti gli immobili sono risultati perfettamente in regola – ha precisato al termine del sopralluogo l’assessore Massei, sottolineando – Nulla imponeva una verifica statica degli edifici, non ci sono state né segnalazioni, né inviti da parte dell’autorità, né tanto meno vi erano obblighi giuridici. Ma come Amministrazione comunale ci siamo sentiti in dovere, visto quanto accaduto in Abruzzo, nei confronti delle famiglie e dei tanti bambini che frequentano queste scuole. Nel 1997 abbiamo vissuto una situazione analoga ma, per fortuna, con effetti molto meno catastrofici. Siamo tutti profondamente feriti – conclude l’assessore Massei – per quanto accaduto in Abruzzo. Come amministratori dobbiamo fare tutto il possibile perché ciò non abbia mai a ripetersi”.


La Città di San Severino Marche, com’è noto, oltre ad offrire solidarietà immediata alle popolazioni abruzzesi colpite dal sisma, si è mossa concretamente per portare aiuti e conforto ai terremotati. Immediatamente dopo la prima scossa di lunedì 6 aprile il Comune ha inviato all’Aquila una squadra di volontari della Protezione Civile, guidata dal coordinatore cittadino, geometra Dino Marinelli, che ha fornito il proprio contributo nell’allestimento di una tendopoli e dell’ospedale da campo presso il capoluogo abruzzese. Inoltre sono state avviate diverse iniziative per la raccolta fondi, l’ultima delle quali – l’incontro di solidarietà fra le vecchie glorie del volley settempedano e la Sios Novavetro – ha consentito di raccogliere una cospicua somma che ora verrà messa a disposizione dei senzatetto dell’Aquila e delle altre piccole realtà gravemente colpite dal terremoto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2009 alle 18:56 sul giornale del 16 aprile 2009 - 1348 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche





logoEV