Antonio Paolucci presenta il suo Sub tuum praesidium

23/04/2009 - \"Sub tuum praesidium confugimus\". Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio. Sembra sia questa la più antica preghiera rivolta a Maria ed è proprio questa la frase che dà il titolo al volume che sarà presentato venerdì 24 aprile alle ore 17.00 presso l’Aula Magna dell’Università di Macerata. 

Il testo \"Sub tuum praesidium – Il santuario della Madonna della Misericordia a Macerata\" (Bolis Edizioni), curato da Gabriele Barucca, Silvia Blasio, Stefano D’Amico, Laura Moccheggiani ed Edigio Pietrella, illustra uno dei gioielli più prestigiosi della città: il Santuario dedicato alla Patrona della città di Macerata e dell’intera Diocesi, situato a fianco della Cattedrale di San Giuliano ed appartenente alla cultura artistica del Settecento. La pubblicazione di 200 pagine, aggiornata fino ai nostri giorni e corredata da numerose fotografie realizzate con competenza dalla Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Urbino, presenta attraverso i diversi saggi tutti gli aspetti storici e religiosi del caratteristico luogo di culto mariano.


La \"Civitas Mariae\" infatti è particolarmente affezionata al Santuario della Mater Misericordiae, a partire da quel 15 agosto 1447 quando, in un giorno, fu edificata una piccola cappella in onore della Madonna della Misericordia per un voto del popolo e del Comune, affinché cessasse la peste che infieriva in città. Tale devozione continuò e crebbe nei secoli successivi (nel Cinquecento la chiesetta, ricostruita in dimensioni più grandi, fu abbellita da una tela di un pittore sconosciuto, la quale viene tuttora venerata). Come testimoniato poi dall’Archivio della Confraternita della Santissima Trinità del Santuario, recentemente catalogato, diversi papi e cardinali hanno fatto visita al Santuario, lasciando in dono preziosi doni di oggetti liturgici ora conservati nel piccolo Museo \"La Misericordia\", anch’essi illustrati nel volume.


All’evento prenderanno parte: il Rettore dell’Università di Macerata, prof. Roberto Sani; il Vescovo di Macerata – Tolentino – Recanati – Cingoli – Treia, S. E. mons. Claudio Giuliodori; il Rettore della Basilica della Mater Misericordiae, mons. Domenico Foglia; il Sindaco di Macerata, ing. Giorgio Meschini; il Direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici delle Marche, prof. Paolo Carini e il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, dott. Franco Gazzani. Dopo il saluto delle autorità interverrà a presentare il volume una figura tra le piùprestigiose in Italia nel campo dei beni culturali, ilprof. Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani. \"La storia religiosa e civile della città e dell’intero territorio diocesano - sottolinea mons. Giuliodori - è strettamente legata a quella del Santuario della Madonna della Misericordia. L’arte e le tradizioni sacre sono il segno della vita spirituale di una comunità, ed è perciò essenziale il loro recupero sotto l’aspetto culturale e sul piano della fede che si manifesta anche nell’arte, nel corso dei tempi e nella successione delle generazioni\".


Nel corso dell’incontro è prevista anche l’esecuzione di alcune Antifone Mariane a cura della Cappella Musicale della Cattedrale. Per eventuali informazioni è comunque consultabile il sito: www.diocesimacerata.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2009 alle 15:17 sul giornale del 23 aprile 2009 - 979 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di libri, chiesa, attualità, macerata, claudio giuliodori, diocesi di macerata, curia di macerata, mons.giuliodori