Montecosaro: campagna di educazione stradale per i giovani

educazione stradale disegnata 24/04/2009 - Avvicinare i giovani alle tematiche della sicurezza stradale in maniera efficace e diretta comunicando con il loro stesso linguaggio. E’ con questo approccio che questa mattina, venerdì 24 maggio, alle ore 10,30, nel Teatro comunale Delle Logge si svolgerà la presentazione del libricino “ Mettitelo bene in testa… di vita ce n’è una sola” nell’ottica di formazione, educazione e sensibilizzazione delle generazioni alla guida sicura…

Il progetto è stato realizzato dal Comune di Montecosaro attraverso il Comando di Polizia Municipale che danni è impegnato nell’attività di educazione stradale in tutte le scuole del paese, e vedrà il coinvolgimento di tutti i soggetti che hanno collaborato all’iniziativa. Questa mattina, infatti, oltre ai ragazzi delle classi terze delle scuole medie di Montecosaro, saranno presenti il sindaco della cittadina Stefano Cardinali, il comandante della Polizia Municipale Ten. Vittorio Alessandrini, gli agenti in servizio, rappresentanti dell’Associazione Ste. Fab, da anni impegnata sul fronte della prevenzione e sicurezza stradale rivolta ai giovani, e due esponenti dell’Associazione italiana Familiari e vittime della strada.


Sarà l’occasione per presentare un opuscolo pubblicato dalla Polizia Municipale che parla di sicurezza stradale utilizzando un approccio nuovo con i ragazzi che non fosse il solito paralare, raccomandare, ammonire ma piuttosto potesse proporre pagine da guardare con curiosità con due sezioni : una esclusivamente “visiva” con immagini, murales, poster, foto, disegni, l’altra contenente le testimonianze dei ragazzi che hanno subito incidenti stradali ma oggi possono raccontare la loro brutta esperienza, ed i racconti dei familiari delle vittime della strada che sanno bene quanto sia preziosa la vita e su come talvolta in un attimo possa sfuggire via per una banale distrazione propria o altrui.


Un invito generale e trasversale rivolto ai ragazzi a riflettere non in termini di sanzioni pecuniarie, fermo e sequestro del ciclomotore… quanto sul valore della Vita. Nel corso della mattinata a teatro saranno proiettati video significativi sull’argomento alternati a testimonianze come quelle di Jonny Perozzi dell’Associazione Aifvs scampato ad un tremendo incidente stradale in motorino e che dopo anni di riabilitazioni oggi è un giovane e brillante avvocato.


La Polizia Municipale grazie al sostegno dell’amministrazione comunale e soprattutto alla volontà degli agenti in forza al comando come Denise Mantovani, Marco Rumachella e Simona Storani è entrata nelle scuole dell’infanzia e primaria per insegnare le regole basilari del pedone e del ciclista, e gli aspetti della normativa per il conseguimento del patentino , nelle scuole medie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2009 alle 17:15 sul giornale del 24 aprile 2009 - 1078 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, giovani, Anteros, montecosaro