Minitematica in Consiglio comunale: l\'approvazione slitta a lunedì

2' di lettura 25/04/2009 - Non è bastata la lunga discussione che si è protratta fino alla tarda serata di giovedì per approvare la variante al Prg ormai nota come \"Minitematica\".

La mancanza del numero legale ha infatti interrotto alle 20 e 30 la seduta del Consiglio comunale dopo che l\'assise aveva terminato il dibattito sulla delibera e sull\'emendamento presentato da Sinistra democratica, Rifondazione comunista ed altri esponenti di maggioranza. Tutto rinviato quindi a lunedì prossimo, 27 aprile, (inizio ore 15,30) per le dichiarazioni di voto e la votazione dell\'intera delibera.


La variante \"deputata a porre rimedio ad incongruenze ed errori, nonché a risolvere problematiche puntuali\", come noto prende in esame le numerose richieste dei cittadini per ottenere modifiche al piano regolatore generale e ha comportato un lungo lavoro di istruttoria svolto dalla terza Commissione consiliare in collaborazione con il servizio Gestione del territorio. Un iter nuovo, \"forse inusuale\" ha detto il sindaco, ma \"scelto dall\'Amministrazione comunale proprio per rendere il lavoro utile, fruttuoso ed efficace\". Così Meschini durante la replica, dopo che sulla modalità operativa erano giunte le critiche delle opposizioni che hanno riguardato in particolare il ruolo tecnico affidato alla Commissione consiliare. Molti gli interventi giunti dai banchi della minoranza, tra cui quello del Comitato Anna Menghi, di Silvano Iommi (Pdl), Ivano Tacconi (Udc), Uliano Salvatori (Gruppo misto), Riccardo Sacchi (Pdl), che hanno anche giudicato \"elettoralistica\" la delibera consiliare.


Per la maggioranza, gli interventi di Paolo Evangelisti (Pd), Reinhard Sauer (Rc), Romano Carancini (Pd), hanno evidenziato che la Minitematica comprende \"interventi datati nel tempo e di piccole volumetrie, volti al miglioramento di situazioni urbanistiche improprie\" e sul presupposto che su trecento richieste ne vengono accolte solo 120, i consiglieri ritengono che tale operazione urbanistica non può certo essere definita \"di tipo elettorale\". Dopo l\'illustrazione da parte di Pierpaolo Tartabini (Sinistra democratica) dell\' emendamento che modifica parzialmente l\'articolo 25 della variante e gli interventi di Andrea Beccacece (Udc) e Silvano Iommi (Pdl) i lavori del consiglio sono stati rinviati al prossimo 27 aprile.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2009 alle 15:44 sul giornale del 25 aprile 2009 - 716 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di politica, macerata, comune di macerata