San Severino: autorità e alunni hanno festeggiato il 25 Aprile

2' di lettura 26/04/2009 - Anche gli alunni del Circolo didattico “Luzio” e della scuola media “Tacchi Venturi” hanno preso parte, insieme ai loro insegnanti ed ai dirigenti scolastici ed ai rappresentanti della sezione “Salvatore Valerio” dell’Anpi, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Alle celebrazioni svoltesi a San Severino Marche per ricordare il 64esimo anniversario della Liberazione Nazionale. Un corteo, che è stato accompagnato dal servizio del corpo filarmonico “F. Adriani”, è partito dalla centralissima piazza Del Popolo per deporre una corona d’alloro, portata dai volontari della Protezione Civile, al monumento dei caduti di tutte le guerre. Al corteo, che ha sfilato fra le bancarelle del mercato settimanale, si sono uniti diversi i cittadini insieme alle autorità, ai rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma.


“Si è trattato di un gesto simbolico voluto dall’Amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco, Cesare Martini – perché il 25 Aprile sia sempre di più una giornata di festa, che faccia interrogare sui fatti che hanno segnato la storia della Repubblica italiana ma che unisca anche tutti indistintamente. Come affermato da uno dei padri fondatori della Repubblica e membro illustre dell’Assemblea costituente – ha poi sottolineato il primo cittadino in un passaggio del suo discorso davanti al monumenti dei caduti - se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati.


Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì o giovani, col pensiero, perché li è nata la nostra Costituzione. Il 25 Aprile del 1945 – ha concluso Martini - resta una data che non può essere cancellata dalla memoria collettiva: una data storica, che ha aperto la strada alla rinascita del nostro Paese, nel segno di valori comuni che ancora oggi condividiamo. E la condivisione passa per i sentimenti, i valori, gli ideali, i principi che hanno reso grande la nostra amata Patria”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2009 alle 14:49 sul giornale del 27 aprile 2009 - 760 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche


MATSEN

Commento sconsigliato, leggilo comunque