Recanati: \'La serva padrona\' al Teatro Persiani

teatro 28/04/2009 - Il comune di Recanati, in collaborazione con l’Associazione culturale, la Civica scuola di musica e l’Accademia lirica, tutte e tre intitolate al tenore recanatese Beniamino Gigli, presenta un evento di grande richiamo: la messa in scena de “La serva padrona” di Giovan Battista Pergolesi.

La famosa opera del compositore jesino sarà rappresentata al Teatro Persiani il prossimo mercoledì 29 aprile, alle ore 21, ad ingresso gratuito su prenotazione.

Grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, il pubblico recanatese, e non solo, potrà cogliere la straordinaria occasione di assistere, fra l’altro gratuitamente, alla messa in scena del capolavoro di Pergolesi: un intermezzo buffo rappresentato per la prima volta a Napoli nel 1733. Sul palco del Massimo recanatese saliranno giovani artisti dell’Accademia lirica di grande bravura: il soprano Ludovica Gasparri nel ruolo di Serpina, il basso Lorenzo Mancini nel ruolo di Uberto, il figurante Alessandro Marrocchi nei panni di Vespone. Il preparatore vocale è Isabella Conti, il maestro al cembalo Andrea Rocchetti. Si esibirà l’Orchestra giovanile da camera “Sinfonietta Gigli” diretta dal maestro Luca Mengoni. La regia e la scenografia sono di Andrea Anconetani.

Ermanno Beccacece, direttore della Civica scuola di musica, associazione nella quale rientrano progetti come La Sinfonietta, l’Accademia lirica e l’Accademia pianistica delle Marche, sottolinea come la rappresentazione de “La serva padrona” al Persiani rappresenti l’iniziativa di conclusione dell’attività didattica della scuola. Ad accompagnare i giovani cantanti sarà l’orchestra della scuola, nata cinque anni fa e presentatasi per la prima volta al pubblico nel dicembre del 2004, in occasione del Concerto di Natale. “Nel 2005 ha avuto la sua prima stagione concertistica – spiega Beccacece – e da allora è stata protagonista di varie esibizioni, fino a quella recente in occasione dell’assegnazione del Gigli d’oro ad Andrea Bocelli, lo scorso dicembre al Teatro Persiani”.

Sul palco, per “La serva padrona”, anche giovani cantanti formatisi nell’Accademia. “Ludovica, 29enne, si è avvicinata alla scuola di canto nei corsi ad indirizzo moderno – spiega sempre Beccacece – per poi passare al canto lirico, ora si sta diplomando. Lorenzo ha solo 16 anni ma è già un cantante molto promettente. La scuola di musica rappresenta un patrimonio per Recanati anche perché, coltivando talenti, tiene viva la memoria di Gigli e onora il suo desiderio di far avvicinare i giovani al canto”.

L’evento è stato promosso dal Comune e dalle tre associazioni gigliane in ricordo del 119esimo anniversario della nascita di Beniamino Gigli.


Per informazioni e prenotazioni si può chiamare la biglietteria del Teatro Persiani al numero 0717579445 (dal martedì al sabato 11-13 e 16-20).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2009 alle 19:57 sul giornale del 28 aprile 2009 - 941 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, recanati, Comune di Recanati