Tolentino: torna a vivere un\'epica battaglia

29/04/2009 - L\'Associazione Tolentino 815 organizza il 2 maggio prossimo, la quattordicesima edizione di \"Tolentino 815”2 Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino, con alcune iniziative per ricordare l\'anniversario.


La manifestazione si realizza ogni anno, il primo fine settimana di maggio, con appuntamenti alterni di ricostruzione della battaglia e raduno bande storiche militari, ma quest\'anno a causa difficoltà di programmazione e di bilancio il programma è stato ridotto. Tolentino 815 ripropone con ricchezza di particolari storici i fatti avvenuti il 2 e 3 maggio 1815 a Tolentino, Pollenza e Macerata, che videro protagonisti Gioacchino Murat, Re di Napoli, ed il Barone Federico Bianchi, comandante austriaco, in quella che molti storici considerano la prima battaglia combattuta per l\'indipendenza italiana. Il programma 2009 offre momenti qualificanti che consentiranno a tutti, storici ed appassionati, di approfondire le tematiche legate all\'epopea napoleonica.


Il mattino di sabato 2 maggio si inizia con un incontro di studio sul tema \"Per il parco storico delle battaglie di Tolentino e Castelfidardo\", alle 9.30 p resso l\'Auditorium della Biblioteca Filefica di Tolentino. Lo scorso mese di febbraio Francesco Comi, vice presidente del Consiglio Regionale, e Francesco Massi, consigliere regionale, hanno presentato due Proposte di legge regionale proprio sul Parco storico della battaglia di Tolentino; l\'associazione Tolentino 815 propone di unificare ed integrare le due proposte le Proposte di legge e portarne avanti una sola.


La relazione introduttiva su \"Le battaglie di Tolentino e Castelfidardo per l\'indipendenza italiana\", viene svolta dal gen. Massimo Coltrinari, storico militare, mentre il coordinatore dell\'incontro è Paolo Scisciani, presidente Associazione Tolentino 815. Vi partecipano i presentatori delle Proposte di legge, Comi e Massi, il Presidente della Provincia, Giulio Silenzi, della Comunità Montana Monti Azzurri, Giampiero Feliciotti, e del STL Monti Sibillini Terre di Parchi e di Incanti, Piegiuseppe Vissani.


Oltre ai Sindaci dei Comuni coinvolti dal Progetto: Tolentino, Macerata, Pollenza, Colmurano, Urbisaglia, Belforte del Chienti, Serrapetrona, San Ginesio, Loro Piceno, Petriolo. Sono presenti altre realtà interessate e analoghe, Eugenio Paoloni, presidente Fondazione Ferretti di Castelfidardo, Giuseppe Pagnotta, Presidente Associazione Murat di Pizzo (RC) e Luigi Lonardi, Vicesindaco Comune di Solferino.


Nel pomeriggio visita guidata prima alle Sale Napoleoniche di Palazzo Parisani Bezzi, ove il 19 febbraio 1797 fu firmato il Trattato di Tolentino tra Napoleone Bonaparte e i rappresentanti di papa Pio VI e nel maggio 1815 vi alloggiò il Barone Federico Bianchi, comandante dell\'esercito austriaco. Più tardi dal Castello della Rancia di Tolentino parte la visita guidata ai luoghi della Battaglia, che hanno rivestito un ruolo rilevante durante gli scontri del 2 e 3 maggio 1815, che comprende anche l\'Onore ai Caduti presso il Monumento in Contrada Rotondo; contemporaneamente il 2° Reggimento Cavalleggeri, gruppo storico dell\'associazione Tolentino 815, allestisce un Bivacco storico al Castello della Rancia.


La serata si conclude con il Banchetto del Re, menù storico tratto da \"Il Cuoco Maceratese\" di Antonio Nebbia del 1792 (solo su prenotazione al n. 0733.967400). Lo scopo resta quello di promuovere dal punto di vista culturale e turistico Tolentino ed il territorio circostante, tramite l\'approvazione in tempi brevi al Consiglio Regionale della proposta di legge \"Istituzione del Parco Storico delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2009 alle 17:36 sul giornale del 29 aprile 2009 - 808 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione storica tolentino 815, tolentino 815


gertrude

Pizzo Calabro è in provincia di Vibo Valentia non di Reggio Calabria .... studiate ragazzi