Cuochi senza frontiere: turismo e tipicità con Mengacci

prodotti tipici 2' di lettura 14/06/2009 - Fra Davide Mengacci e le Marche è stato amore a prima vista. “Cuochi senza frontiere”, la trasmissione di maggior successo di Mediaset su turismo e tipicità che per la prima volta mette a confronto con un’apertura culturale multietnica cuochi locali con cuochi stranieri, per lo più extracomunitari, su 13 tappe ha toccato ben 4 volte la nostra regione: Urbino, Macerata, Visso e infine, proprio all’ultima puntata di questo ciclo estivo, San Benedetto.

“CUOCHI SENZA FRONTIERE” è lo spettacolo registrato da Rete 4 che andrà in onda sabato 27 giugno alle 11.40 e vede il coinvolgimento di due cuochi dilettanti in una sfida all’ultima forchetta. Il vincitore vincerà un bellissimo soggiorno in una località italiana. Saranno presentati i prodotti tipici della zona con l’intervento di bande e gruppi folcloristici che animeranno la festa di piazza.

“In effetti alle Marche non manca nulla per ben figurare nel carnet più importante degli appuntamenti turistici – ha detto l’assessore Vittoriano Solazzi - e enogastronomici nazionali. I nostri prodotti, il vino, le tipicità e i piatti gustosi della cucina locale sono apprezzati ovunque e così pure sono “gettonatissimi” i tanti tipi di turismo che possiamo offrire, da quello popolare e balneare a quelli di nicchia, artistici, museali, storici, religiosi, etc…. Ora, l’unica cosa che ci manca è far conoscere tutto di noi e non solo alcune cose: perché questa regione merita un’informazione capillare e una promozione adeguata.


Proprio per questo abbiamo lanciato la strategia di integrazione promozionale fra Cultura e Turismo e lo staff del mio assessorato ha proposto un truck che gira l’Italia con le degustazioni di prodotti tipici nella maggiori piazze delle città. Inoltre c’è la dream card che già alla BIT di Milano ha regalato soggiorni e vacanze nelle Marche, e di recente, uno spot radiofonico di Patrizio Roversi e Susy Blady (RAI 1 e RAI 2) ha veramente fatto esplodere un boom di telefonate per informazioni e prenotazioni ai nostri call center turistici…”.


In conferenza stampa nella splendida cornice di Villa Brancadori, Solazzi si è poi complimentato con Mengacci e con il suo gruppo per come hanno saputo ben “interpretare” le Marche. “Un giusto mix di cultura, ospitalità e eccellenza enogastronomica secondo a nessuno”. La trasmissione che sarà registrata domenica 14 giugno per la trasmissione del successivo 27 avrà poi ben quattro servizi speciali sul territorio di cui due curati dall’agenzia Piceno Promozione per la Camera di Commercio di Ascoli Piceno. Questi due proporranno itinerari mirati fra cibo e cultura, nella città delle cento torri e di Tullio Pericoli; e fra vino e cultura, nel percorso dedicato a Sisto V, il Papa marchigiano di Grottammare, che toccherà anche Ripatransone e Montalto Marche.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2009 alle 18:38 sul giornale del 15 giugno 2009 - 732 letture

In questo articolo si parla di regione marche, urbino, politica, macerata, san benedetto del tronto, visso, solazzi