FreedHope Festival: al via la terza edizione, tre serate

musica 04/09/2009 - Giunge alla sua terza edizione il FreedHope Festival, la più importante manifestazione internazionale di musica Gospel (pop, rock, hip hop gospel) del territorio marchigiano, che vanta già un invidiabile “repertorio” di oltre 10mila presenze.

Nato grazie alla feconda sinergia tra la Comunità Agostiniana del Santuario San Nicola di Tolentino e la Diocesi di Macerata – Tolentino – Recanati – Cingoli – Treia, l’appuntamento prese il via nel 2007 in occasione dell’Agorà dei giovani italiani a Loreto: tra la cittadinanza tolentinate e gli straordinari interpreti ospitati sul palco di Piazza della Libertà il feeling artistico fu immediato.

Attraverso l’impegno congiunto di più forze, dunque, la manifestazione ha saputo crescere qualitativamente, raggiungendo ampi consensi di pubblico, fino ad arrivare all’edizione odierna che quest’anno, si articolerà in tre date e luoghi significativi per la Diocesi: a Recanati, venerdì 4 settembre alle ore 21.00, in Piazza Giacomo Leopardi; a Macerata, sabato 5 settembre alle ore 21.00 presso l’Arena Sferisterio, in occasione dell’Apertura del nuovo Anno Pastorale; a Tolentino, domenica 6 settembre, a partire dalle ore 17.00, in Piazza della Libertà.

\"Si tratterà di tre serate particolari e diverse tra loro – spiega il direttore artistico Marco Brusati - con alcuni elementi comuni e più tratti di novità presentati solo a Recanati, con il desiderio di offrire una pluralità di approcci comunicativi all’unico messaggio del Vangelo\". In particolare, infatti, a Recanati verranno utilizzati i linguaggi della musica, del ballo, del teatro comico e dell’animazione e della testimonianza, nello stile dell’edutainment, con l’intento di realizzare \"uno spettacolo divertente e pensante, popolare e culturale\" e, al contempo, risvegliare il territorio da un punto di vista spirituale. Prestigiosi gli artisti – tra cui Georges Ellyott, Leah e il gruppo \"Spirit and Soul Singers\"- che si esibiranno cercando, secondo la prospettiva che durante tutto l’anno anima l’attività dell’Associazione “FreedHope”, di trasmettere alle giovani generazioni i valori profondi della vita attraverso gli stili comunicativi a loro più familiari.

Decisamente elevato, pertanto, il taglio culturale che contraddistingue questo Festival che, \"con l’umiltà derivante dal peso religioso e antropologico che il gospel (sorto nell’Ottocento dai canti degli schiavi d’America) porta con sé\", intende metterne in luce le diverse interpretazioni musicali, le quali \"possiedono la stessa radice storica e la medesima finalità di riscatto da un’esistenza che, privata della dimensione trascendente, diviene un fardello difficile da portare\".

Per eventuali informazioni è comunque possibile consultare i siti: www.diocesimacerata.it e www.freedhope.it.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2009 alle 16:10 sul giornale del 04 settembre 2009 - 1602 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, macerata, claudio giuliodori, diocesi di macerata, curia di macerata, mons.giuliodori