Tolentino: sede dell’istituendo Liceo Musicale, precisazioni del Sindaco

musica 4' di lettura 23/10/2009 - Il Sindaco di Tolentino ha scritto al Presidente ed all’Assessore all’Istruzione della Provincia di Macerata, ai Consiglieri provinciali, ai Commissari ed ai Sindaci dei Comuni delle Comunità montane maceratesi ed ai Consiglieri regionale per esprimere il più totale disappunto per una decisione che riguarda la sede dell’istituendo Liceo Musicale e che rischia, ancora una volta, di penalizzare l’entroterra maceratese.

Si sta discutendo a livello provinciale e regionale l’istituzione, in Provincia di Macerata, di un nuovo Liceo Musicale. Per l’individuazione della sede sono state avanzate tre candidature: dagli Istituti di Istruzione Superiore “Filelfo” di Tolentino e “Leopardi” di Recanati e dal Convitto di Macerata. In base alle leggi, la decisione riguardo alla sede spetta alla Regione Marche, sulla base della proposta della Provincia in sede di approvazione del Piano Provinciale delle rete scolastica e del sistema scolastico.


A tal proposito la Conferenza Provinciale delle Autonomie, in sede di discussione del documento istruttorio per il Piano per gli anni 2010/2011 e 2011/2012, ha deciso di trasmettere alla Regione queste candidature, con un ordine di preferenza che vede il “Leopardi” di Recanati al primo posto, il “Filelfo” di Tolentino al secondo e il Convitto di Macerata al terzo, ponendo di fatto le basi per la definitiva allocazione a Recanati del nuovo Liceo Musicale. Pur nel massimo rispetto delle peculiarità e per le eccellenze che la Città di Recanati esprime – scrive il Sindaco Ruffini - riteniamo e sollecitiamo un’attenta riflessione di tutti gli enti coinvolti, che questa soluzione non sia in linea con un elementare concetto di equa distribuzione delle opportunità.


E’ di tutta evidenza, infatti, che la scelta della sede in una posizione baricentrica nell’entroterra, in un bacino che conta oltre sessantamila abitanti, dotato di adeguate infrastrutture stradali e di una linea ferroviaria che consente un agevole collegamento sia con l’entroterra che con la stessa città di Macerata e zone costiere, risponde ad un criterio di buon senso prima ancora che di equilibrio territoriale, mentre l’allocazione del Liceo Musicale a Recanati renderebbe assai difficoltoso ad un elevato numero di studenti della Provincia di accedere a questo corso di studi, a causa di tempi di percorrenza che sarebbero pressoché proibitivi.


L’allocazione a Tolentino del Liceo Musicale permetterebbe a questi studenti di usufruire di un’opportunità di alto livello qualitativo; l’Istituto “Filelfo” è convenzionato, unico nelle Marche, con il Conservatorio di Pesaro, e ha già avviato un percorso musicale, propedeutico all’accesso al Conservatorio, con corsi di solfeggio e corsi individuali di pianoforte, flauto, chitarra e violino tenuti da docenti altamente qualificati, grazie alla collaborazione con l’Istituto Musicale “Vaccaj”, il quale garantisce al futuro Liceo Musicale strumenti musicali idonei, aule insonorizzate e ogni altro supporto per un ottimale funzionamento fin da subito, ivi comprese le risorse finanziarie, assicurate da un finanziamento del Comune di Tolentino. Il progetto dell’Istituto “Filelfo”, pertanto, è costruito su basi solide, frutto anche di una ricchissima e pluriennale tradizione musicale costituita dalle esperienze dell’Istituto Musicale “Vaccaj”, del Coro Polifonico Città di Tolentino, del Corpo Bandistico “Gabrielli”, dell’Accademia della Libellula, della Compagnia della Rancia, la presenza della quale, unitamente a quella del Centro Teatrale Sangallo, crea il più favorevole contesto anche per lo sviluppo del settore della coreutica, pur previsto nell’indirizzo del quale stiamo trattando.


Tutte queste realtà accreditano Tolentino tanto quanto Recanati, ed è per questo che intendiamo proporre alla Provincia di Macerata un emendamento al documento approvato dalla Conferenza delle Autonomie che preveda che alla Regione vengano proposte le due candidature in una posizione paritaria, lasciando alla valutazione dello stesso ente regionale una decisione finale che non potrà, a nostro parere, prescindere dall’ esigenza di salvaguardare un territorio, quale è l’entroterra, da sempre penalizzato da decisioni quanto meno discutibili, tra le quali ricordiamo, per rimanere nel contesto dell’istruzione, la soppressione della Scuola Alberghiera.


Chiediamo pertanto - conclude Ruffini - di appoggiare con ogni mezzo e ad ogni livello questa istanza, che, siamo certi, sarà pienamente condivisa da chiunque, al di là degli schieramenti politici, abbia a cuore le sorti del nostro territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2009 alle 19:39 sul giornale del 24 ottobre 2009 - 1013 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, tolentino, Comune di Tolentino





logoEV