Recanati: successo al Persiani per 'Il Berretto a sonagli'

il berretto a sonagli 3' di lettura 30/04/2010 - Una standing-ovation di oltre quattro minuti ha salutato i protagonisti della commedia "Il Berretto a sonagli" messa in scena dalla Compagnia Teatrale "O. Calabresi" Associazione Culturale "Gruppo Tema" (CTR-Macerata) al Teatro "G.Persiani" di Recanati per la regia di Piergiorgio Pietroni.

"Il Berretto a sonagli" spettacolo organizzato dalla Pro Loco di Recanati con il Patrocinio del Comune di Recanati é una commedia in due atti dello scrittore e autore teatrale Luigi Pirandello derivata dalle novelle "La verità" e "Certi obblighi", e fu rappresentata per la prima volta a Roma nel 1923.


Il canovaccio parte dalla signora Beatrice Fiorica,gelosa e insoddisfatta,che vuole denunciare al delegato Spanò,amico di famiglia,il tradimento del marito,cavalier Fiorica, con la giovane moglie del suo scrivano Ciampa,anziano e a conoscenza dei fatti,che tollera la situazione purché venga salvato il suo "pupo",cioé la sua rispettabilità e la "faccia". Inultilmente Ciampa cerca di evitare la denuncia tentando di persuadere la signora Beatrice a girare la corda "seria" quella che fa ragionare ed evita i disastri. Secondo Ciampa portiamo sulla fronte tre corde come d'orologio: "la seria,la civile,la pazza.


La signora Beatrice non ci vuol sentire da quell'orecchio e fa scoppiare lo scandalo,ma tutta la famiglia le va contro:la madre,il fratello,la serva e così alla fine il delegato cerca di far apparire che non c'é stato alcun rapporto tra il cavaliere e la giovane Nina Ciampa.

Ma é proprio al Ciampa,al marito tradito,che la cosa ora non va più bene, egli é offeso e ferito,tutti sanno ora,dopo tutto quel chiasso,che porta "il berretto a sonagli",il cappello da buffone e da becco, e vuole la rivincita. Sarà la signora Beatrice che si é tolta lo sfizio di far girare la corda "pazza" a subire le conseguenze dello scandalo e a salvare il buon nome del Ciampa.

Come? Facendosi ricoverare per tre mesi in un manicomio.... si é comportata da pazza "..ha bollato con un marchio d'infamia tre persone: uno, d'adulterio;un'altra da sgualdrina e me (Ciampa),di becco...deve dimostrare di essere pazza-pazza davvero- da rinchiudere ! Bisogna chiuderla ! Bisogna chiuderla! ...E' pazza ! E' pazza !" La commedia termina con un'orribile risata di Ciampa,risata di rabbia,di selvaggio piacere e di disperazione ad un tempo definita da molti nata e non scritta come dal suo autore: Luigi Pirandello.

Gli attori delle Compagnie Teatrali Riunite di Macerata (CTR) per questa rappresentazione hanno vinto nei giorni scorsi il primo premio per la regia ed il terzo premio come gruppo alla IV Edizione della Rassegna Nazionale di Teatro svoltosi al Tenda PalArte di Fabbrica di Roma e riservato a sette compagnie selezionate dalla giuria e che ha visto la compagnia maceratese cimentarsi con l'opera "Il Berretto a sonagli". Alla serata della premiazione,la compagnia ha ricevuto inoltre ben quattro nomination:miglior attore,miglior attrice,miglior regia e miglior gruppo,uscendo vincitrice proprio in queste ultime due.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2010 alle 18:44 sul giornale del 03 maggio 2010 - 474 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati, spettacolo teatrale