Coldiretti Macerata, allarme lupi nelle campagne

lupo 1' di lettura 03/05/2010 - E' allarme selvatici nel Maceratese, con alcuni pecore e vitelli sbranati dai lupi e campi appena seminati devastati dai cinghiali. Il problema è venuto fuori nel corso della campagna d'ascolto che la Coldiretti Macerata ha promosso presso i circa undicimila agricoltori associati su tutto il territorio provinciale.

Un’iniziativa voluta dal presidente Francesco Fucili e dal direttore Assuero Zampini per fare il punto della situazione sul settore agricolo e illustrare il progetto Coldiretti della filiera agricola tutta italiana. Nel corso degli incontri alcuni allevatori hanno denunciato di avere avuto alcune pecore e vitelli uccisi dai lupi. Da qualche giorno a questa parte sono tornati inoltre a colpire i cinghiali, che hanno devastato terreni appena seminati.


“Un problema grave che mette a rischio non solo l’attività delle nostre imprese ma la stessa sicurezza dei cittadini che transitano sulle strade - spiega Francesco Fucili, presidente di Coldiretti Macerata -, frenando le opportunità di sviluppo economico dei territori, specie quelli dell’interno”.


“Non a caso abbiamo programmato iniziative di confronto con le amministrazioni locali, i comuni, le comunità montane, i parchi su temi quali la presenza dei selvatici, la gestione dei pascoli, le opere pubbliche e la fiscalità locale come ad esempio la tassa rifiuti ed i passi carrai – aggiunge il direttore Assuero Zampini -. E continueremo a organizzare incontri periodici per ascoltare le problematiche dei nostri agricoltori”.


Ma l’obiettivo della Coldiretti Macerata è anche porre le basi per ridare valore alle filiere locali, iniziando da quella sul grano duro, fino a quelle suinicola, biologica ecc.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2010 alle 16:54 sul giornale del 04 maggio 2010 - 468 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, coldiretti, lupo, coldiretti macerata





logoEV