Ancona: estorsione ad un promotore finanziario, due arresti

polizia 2' di lettura 07/05/2010 - La Polizia Maceratese, al culmine di un'articolata e complessa attività di indagine durata alcuni mesi, ha tratto in arresto due uomini perchè ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di tentata estorsione commesso in danno di un libero professionista maceratese.

Le indagini, condotte dalla squadra mobile della Questura di Macerata, avevano preso avvio nell'estate dello scorso anno grazie alla denuncia del promotore finanziario. Nelle prime ore di venerdì l'arresto dei due responsabili.

Antonello Lise, calabrese di 33 anni ma da tempo residente nell'anconetano, pluripregiudicato per reati in materia di stupefacenti, armi, contro il patrimonio e la persona, e Paolo Fioretti, jesino di 40 anni, annch'egli pluripregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio ed in materia di armi, colpiti da un'Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere sono stati tratti in arresto nell'anconetano e condotti presso la casa circondariale anconetana di Montacuto.

Il promotore finanziario, la scorsa estate, era infatti stato contattato dai due pregiudicati. Credendo di andare ad un incontro di lavoro, l'uomo si recò all'appuntamento dove, però, trovò ad attenderlo le due persone arrestate che, percuotendolo e minacciandolo con un'arma da fuoco, pretendevano da lui circa 40 mila euro o, in alternativa, un elenco di società in difficoltà economica tramite le quali ottenere, in maniera fraudolenta, finanziamenti per l'acquisto di autovetture all'estero.

La somma richiesta, secondo i malviventi, costituiva una sorta di indennizzo per la mancata erogazione di un finanziamento in favore di soggetti a loro vicini da parte del maceratese. Il promotore, benchè avesse fatto capire ai due malviventi di non possedere quella somma di denaro, fu da quel momento pressato da continue richieste estorsive e da gravi minacce rivolte ai familiari.

Da qui quindi la scelta del promotore finanziario maceratese di rivolgersi alla Questura di Macerata che venerdì hanno chiuso le indagini ed arrestato i due responsabili.





Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2010 alle 20:08 sul giornale del 08 maggio 2010 - 972 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, ancona, maceratese, Sudani Alice Scarpini, jesino, questura di macerata, estorsione