Coldiretti: pecorino da guinness, nelle Marche 10mln di chili di formaggio

Coldiretti 1' di lettura 14/05/2010 - Il pecorino da guinness dei primati è un esempio dell’eccellenza marchigiana nella produzione di formaggio, di cui circa 10 milioni di chili finiscono ogni anno sulle tavole. E’ quanto afferma Coldiretti Macerata nel commentare l’arrivo alla Raci, la Rassegna agricola che si aprirà sabato 15 maggio, al Centro fiere di Villa Potenza di Macerata, della forma che aspira a battere ogni record.

Il pecorino è una delle produzioni caratteristiche della provincia, in particolare nell’area dei Monti Sibillini. Rientra nell’elenco dei prodotti agroalimentari della tradizione che, ricorda Coldiretti, comprende anche altre prelibatezze, dal caprino al lattice di fico al pecorino fresco "a latte crudo", dal casecc al formaggio di fossa, dal pecorino in botte al raveggiolo, dallo slattato al cacio in forma di limone. L’unico a fregiarsi della Dop è, invece, la Casciotta di Urbino.

“Quello della produzione casearia è un settore importante per l’economia del nostro territorio, anche perché si colloca prevalentemente nell’interno, contribuendo allo sviluppo delle zone più emarginate e garantendo la protezione dell’ambiente dal dissesto idrogeologico – spiega il presidente di Coldiretti Macerata, Francesco Fucili -. Da qui l’importanza di proseguire nella battaglia per la trasparenza a difesa degli allevamenti italiani e dei consumatori, con l’etichettatura obbligatoria dell’origine di latte e derivati”.

Ad accompagnare il pecorino più grande del mondo ci saranno anche i formaggi proposti nel Mercato di Campagna Amica organizzato dalla Coldiretti Macerata alla Raci. Non mancheranno olio extravergine d’oliva, vino Vernaccia di Serrapetrona Docg e Verdicchio di Matelica Docg, vino cotto, miele, legumi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2010 alle 14:49 sul giornale del 15 maggio 2010 - 533 letture

In questo articolo si parla di