Recanati: I coniugi Carnevali e Giovanni Tanoni insigniti 'Cavalieri al Merito'

coniugi Spartaco Carnevali e Maria Chiusaroli 4' di lettura 14/05/2010 - Ci sono pure i coniugi Spartaco Carnevali e Maria Chiusaroli unitamente a Giovanni Tanoni tra i cittadini residenti nel Comune di Recanati che sono stati insigniti dell'Onorificenza dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana" su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri con decreto del Capo dello Stato in data 27 Dicembre 2009.

I relativi diplomi di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana saranno consegnati Martedì 18 Maggio 2010 alle ore 11,00 nel Salone di Rappresentanza Palazzo del Governo della Prefettura di Macerata dalle mani del reggente Dott. Vittorio Piscitelli ed alla cui consegna della distinzione onorifica provvederà il Sindaco di Recanati Francesco Fiordomo che sarà presente alla cerimonia.

Nel 1987 nasceva nelle campagne di Chiarino di Recanati la Cooperativa "Terra e Vita" rappresentando per tanti ragazzi svantaggiati l'opportunità di una vita diversa.Gli ideatori di questo progetto di vita e di speranza :Spartaco Carnevali sua moglie Maria Chiusaroli e la figlia Silvia. Tre anni fa,nel ventennale dalla sua fondazione,la Cooperativa "Terra e Vita" ha allargato i suoi orizzonti verso il mondo della disabilità.Impegnata da anni nell'inserimento lavorativo dei giovani portatori di handicap attraverso un loro utilizzo nel mondo della piccola imprenditoria cooperativistica agricola si é dotata di una moderna struttura agrituristica con sette camere tutte attrezzate per le esigenze dei disabili e la capacità di disporre di una sala ristorante per circa 80 coperti dove si potrà gustare ,essendo aperta a tutti,la cucina marchigiana attraverso prodotti della coop agricola che vede oggi impegnati i dipendenti portatori di disabilità. La struttura é stata resa possibile grazie al contributo della Fondazione Carima,da sempre vicina alle iniziative di Spartaco e Maria Carnevali,pionieri di questa ultraventennale esperienza imperniata non sull'assistenza ma su concreti inserimenti professionali dei soggetti svantaggiati che oltre ai lavori agricoli ed alla gestione del punto vendita dei prodotti gestiscono questo agriturismo ad ospitalità mirata.

GIOVANNI TANONI é da tutti conosciuto a Recanati come " Giuvà 'u mulinaro" in quanto fin da ragazzino ha fatto sempre il mugnaio,ereditando il mestiere dal padre. Ottantenne,non ha figli e proviene da una famiglia di lavoratori tutti originari di Castelnuovo di Recanati e nel quartiere in Via Spazzacamino gestisce ancora la sua attività insieme a suo fratello Argisto. E' la memoria storica della città di questo ultimo secolo perché tiene in sé anche le testimonianze di personaggi ed avvenimenti tramandati dai suoi genitori e nonni. Un vulcano di saggezza e di praticità. A Giovanni Tanoni non mancano certo il senso pratico delle cose ne la volontà di prendere iniziative. A lui si deve la nascita a metà degli anni quaranta,oltre che delle associazioni cattoliche "scoutistiche" anche di quasi tutte le società sportive dei primi anni cinquanta dal calcio, basket,atletica disciplina per la quale ha avuto sempre una passione particolare. A Recanati conosce tutti e per tutti ha un aneddoto da raccontare,battuta sempre pronta a volte sarcastica ma sempre gioviale, grazie alle sue pillole di saggezza d'altri tempi !

L'Ordine al Merito della Repubblica Italiana conferito ai cittadini recanatesi é stato istituito con Legge 3 Marzo 1951 ed é il primo fra gli Ordini nazionali destinato a "ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere,delle arti,dell'economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali,filantropici ed umanitari,nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari".

Il Presidente della Repubblica é Capo dell'Ordine,retto da un Cancelliere e sedici membri. L'età minima per il conferimento di onorificenze in favore di cittadini italiani é il compimento del 35° anno di età,salvo particolari motivi che ne giustifichino la concessione.

La cerimonia del 18 Maggio alla Prefettura di Macerata sarà precedeuta da una riflessione sul "150° Anniversario dell'Unità d'Italia"-i cui festeggiamenti sono stati già ufficialmente inaugurati dal Presidente della Repubblica,in occasione del discorso tenuto all'Accademia dei Lincei il 12 Febbraio scorso-a cura del Prof. Marco Severini,Docente presso il Dipartimento di scienze storiche,documentarie,artistiche e del territorio dell'Università degli Studi di Macerata,ed esperto in studi del Risorgimento Italiano e di Storia contemporanea.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2010 alle 17:15 sul giornale del 15 maggio 2010 - 747 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati