Herbaria, 'Quando un piatto di spaghetti fa sognare più di un’isola tropicale'

4' di lettura 23/05/2010 - Quando un piatto di spaghetti fa sognare più di un’isola tropicale. E’il caso del nuovo libro delle sorelle e autrici Manuela e Lucilla Di Chiara, “Ricette, Ricordi e Racconti. La cucina del territorio maceratese”, presentato sabato mattina alle 10.00 al Palaconvegni di Herbaria.

Con grande attesa dei presenti, ha avuto inizio il primo appuntamento del giorno, introdotto dal Presidente della Provincia Franco Capponi che ha espresso l’emozione provata nel leggere il nuovo volume, spiegando quanto lo abbia aiutato a riscoprire sapori e ricordi del passato. Un libro che non si compone di semplici ricette, ma, come enuncia il titolo, anche di ricordi e racconti : “la riscoperta di sapori e tradizioni del passato come valore per il nostro futuro”. Subito dopo, la parola alle autrici, che hanno spiegato come i loro volumi siano nati dal desiderio di salvare con amore e pazienza i segreti culinari delle mamme e delle nonne e di interpretare in chiave moderna le antiche ricette, realizzandole ancora oggi con l’uso di metodi, strumenti e ingredienti alternativi così da scongiurare la loro scomparsa.

Nel pomeriggio alle ore 16.00 si è tenuta la conferenza “L’olio extra vergine di oliva: proprietà salutistiche e consigli per l’uso” con la giornalista Cesara Buonamici, produttrice con metodo biologico di olio extravergine di oliva e di prodotti derivati, con il giornalista Antonio Ricci e gli esperti in ovicoltura Barbara Alfei e Giorgio Pannelli che hanno guidato i partecipanti in un interessante viaggio alla scoperta delle mille virtù dell’olio, dei suoi usi più appropriati e delle sue proprietà salutistiche.

Palaconvegni pieno anche per l’intervista di venerdì di Giovanna Zucconi allo scrittore Michele Serra “ Leggere la natura”. Un’attenta analisi sulla vivibilità della natura, sul fascino della campagna e di come un contatto più diretto con gli ambienti naturali incida positivamente sul benessere individuale. Cinquemila gli spettatori che si sono recati alle 21.30 per assistere all’ultimo appuntamento di venerdì che vedeva protagonista il fantasista d’eccezione Arturo Brachetti nell’interpretazione della fiaba musicale “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev. Un vero successo.

Oggi, ultimo giorno di Herbaria, gli appuntamenti proseguono con due iniziative particolari e uniche nel loro genere. Dalle ore 10.00, alla Velaria, gioco olfattivo “Il Naso d’Italia”, a cura dell’OLEA e dell’associazione “Viandante dei Sapori”: una simpatica gara aperta a ragazzi e adulti che vogliono mettere alla prova le capacità del loro naso e la propria memoria olfattiva cercando di riconoscere i profumi della natura. I vincitori riceveranno un premio a fine giornata. Alle ore 11.00 nella Sala delle Tenute, avrà inizio “Il Tè dei piccoli”, a cura di Fabiola Ruggero, incontro di scoperta sensoriale del tè per bambini e genitori: come imparare a preparare una sana merenda al tè, divertendosi con mamma e papà. L’evento dedicato alle erbe e al mondo vegetale come fonte di benessere ha offerto anche per quest’anno un ricco calendario di incontri con personaggi della cultura, dello spettacolo e dell’informazione così come numerosi corsi, attività e mostre che hanno permesso ai visitatori di “Herbaria” di partecipare attivamente alla manifestazione dando loro la possibilità di arricchire il personale bagaglio di conoscenze e di esperienze e tutto questo in modo totalmente gratutito.

Per tutta la giornata sarà possibile visitare il Mercato Verde, vero e proprio villaggio per uno shopping esclusivo, che si arricchisce di nuove e qualificate aziende provenienti da tutta Italia. Saranno oltre 70 gli espositori che proporranno prodotti di nicchia interamente naturali, dalla cosmesi alle essenze erboristiche più rare, dai complementi d’arredo agli accessori e all’abbigliamento, dalle specie più particolari di piante e fiori alle gustose proposte alimentari. Corteo di primavera e altre luci colorate è la mostra d’arte dedicata alle sculture in metacrilato dell’artista Gino Marotta, da decenni protagonista della scena romana, che affrontano la tematica del naturale-artificiale, dando vita ad un inedito mondo vegetale e animale. Monastica, mostra mercato unica in Italia di “rimedi et alimenti” frutto della millenaria tradizione conventuale, è un’occasione unica per provare ed acquistare i preziosi preparati dei monaci erboristi di tutta Europa.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2010 alle 11:28 sul giornale del 24 maggio 2010 - 501 letture

In questo articolo si parla di attualità, herbaria