Recanati: controlli dei carabinieri, cinque denunce

1' di lettura 22/05/2010 - Ventiquattro ore di controlli lungo le strade della costa civitanovese hanno impegnato otre quarante carabinieri della compagnia di Civitanova Marche. Cinque persone sono state denunciate per porto abusivo di armi, insolvenza fraudolenta, guida in stato di ebrezza e clandestinità. E' stata rinvenuta refurtiva per 20.000 euro.

L'attività è stata avviata a Porto Recanati, dove era in corso la notte rosa, con controlli alla circolazione stradale che hanno consentito di fermare due uomini alla guida in stato di ebrezza a cui è stata ritirata la patente.

Una donna è stata trovata in possesso di un grosso coltello a serramanico. E' stata denunciata per porto abusivo arma da taglio ed il coltello è stato sequestrato. E' stato denunciato anche un 19enne tunisino non in regola con le norme di soggiorno. A Recanati i militari hanno identificato un maceratese che, alla guida di un'auto di grossa cilindrata, dopo aver effettuato un pieno di carburante ad un distributore self service per 90 euro, è fuggito senza pagare. L'uomo è stato denunciato.

Infine a Civitanova, in zona Santa Maria Apparente, i militari del radiomobile hanno rinvenuto un autocarro con all'interno bronzo per un valore di circa 20 mila euro. Il veicolo era stato rubato a Corridonia mentre il bronzo da una ditta della zona industriale di Civitanova. Sono in corso le indagini per identificare gli autori del furto.






Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2010 alle 17:44 sul giornale del 24 maggio 2010 - 394 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, carabinieri, corridonia, recanati, porto recanati, furto