Treia ed Appignano: la Festa della Vita celebra la decima edizione

treia 2' di lettura 27/05/2010 -

Compie il suo decimo anniversario la 'Festa della Vita' di Treia e Appignano. La manifestazione, che alterna annualmente la sua presenza nei due comuni, taglia il prestigioso traguardo, dal 28 al 30 maggio, tra le mura della città del “Bracciale”.



Al centro delle tematiche trattate, come consuetudine dell’ormai consolidato evento, il sostegno ad alcune delle importanti opere di volontariato e la volontà di rivolgere, in particolare ai più giovani, il proprio contributo educativo. Slogan di questa edizione, dedicata all’integrazione tra i popoli, sarà "Diecidiamoamore".

Vivace espressione rappresentativa del “motore” pulsante delle numerose iniziative realizzate in questi anni dalla "Festa della Vita". Molteplici proposte che bene coniugano un elevato spessore sociale con aspetti di carattere prettamente ludico di puro divertimento. Si inizierà, dunque, venerdì 28 con la serata inaugurale dal titolo "Educare all’accoglienza", prevista all’interno del programma del "TreiaEducaFestival 2010".

Dalle ore 15 di sabato 29, i partecipanti si metteranno insieme "In marcia x la vita" per raggiungere Treia partendo dalla chiesa del Gesù Redentore di Appignano. Nel centro storico treiese saranno intanto attesi dai più giovani, i quali daranno vita uno straordinario viaggio simbolico nei cinque continenti attraverso l’iniziativa il "Giramondo". La serata sarà altresì accompagnata da un concerto live in piazza della Repubblica, dalle molteplici sonorità, del gruppo "Friday 17th", seguiti dai "The Dilvas" e dai "Blacklist".

La «Festa della Vita» continuerà il suo denso programma di eventi nella giornata di domenica 30, quando a partire dal primo pomeriggio i ragazzi delle medie e superiori apriranno i "Giochi senza frontiere", per concludersi infine con la celebrazione dell’attesa funzione religiosa, alle ore 19.00, presieduta da Padre Alessandro Angelisanti. L’evento è organizzato in collaborazione tra il "Movimento per la Vita", l’ANSPI, l’Associazione "Amici del Brasile", gli istituti comprensivi "Egisto Paladini" e "Della Robbia", la Consulta giovanile di Treia, il Ser.mi.go di Macerata (al quale sarà devoluto l’intero ricavato della manifestazione), i "Volontari Arcobaleno" e l’oratorio "Don Claide Tarabelli" di Appignano, con il sostegno del Centro Servizi per il volontariato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2010 alle 17:24 sul giornale del 28 maggio 2010 - 585 letture

In questo articolo si parla di appignano, festa della vita





logoEV