Corridonia: spaccio di stupefacente, in manette tre nordafricani

carabinieri 1' di lettura 29/05/2010 -

Dopo lunghi ed estenuanti servzi di pedinamento ed osservazione, i Carabinieri di Corridonia hanno tratto in arresto tre nordafricani accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.



L'indagine dei militari, che venerdì notte ha aperto le porte del carcere anconetano di Montacuto a A.F., 27enne, ed al fratello N.F., 24enne, residenti ed operai a Corridonia, insieme a Y.F., 23enne marocchino come loro ma residente a Torino, aveva avuto avvio tempo fa quando i tre erano stati visti aggirarsi per le campagne maceratesi con fare sospetto.

Stesse campagne dove il personale della Compagnia di Corridonia ha fermato ed arrestato i nordafricani. I tre, infatti, sono stati sorpresi dai militari mentre si apprestavano a prelevare e caricare sulla propria auto alcuni sacchetti di nylon, sotto un grosso albero nella boscaglia della località Fonte Vecchia.

Immediatamente controllati, i giovani sono stati trovati in possesso di cinque panetti e 68 ovuli di hashish, per un peso complessivo di circa 1,2 kg ed un valore di mercato di circa 15 mila euro.

Pertanto, nonostante il tentativo di fuga di uno dei tre, i giovani nordafricani sono stati tratti in arresto e condotti presso la casa circondariale di Ancona a disposizione della Procura di Macerata a cui dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso tra loro. La merce e l'automobile sono stati posti a sequestro.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2010 alle 15:47 sul giornale del 31 maggio 2010 - 908 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, corridonia, Sudani Alice Scarpini, spaccio di stupefacente