Tolentino: Bruno Gambarotta presenta il suo ultimo libro 'Polli per sempre'

2' di lettura 23/08/2010 -

Dopo tanto peregrinare in questo lungo viaggio estivo del Caffè Letterario di Tolentino, venerdì 27 agosto alla Corte Sconta l’appuntamento atteso con il giornalista, scrittore e conduttore televisivo Bruno Gambarotta.



Lo scrittore “artigiano”, ma anche, originariamente, astigiano, approda a Tolentino con il suo ultimo romanzo Polli per sempre, epopea tragicomica di un carico di polli di allevamento che, per incidente (stradale, del camion che li portava) si ritrovano improvvisamente liberi e danno vita ad una nuova società, che sembra molto lo specchio dell’attuale quadro “pollitico” italiano.

Bruno Gambarotta è anche autore e regista di programmi per la radio e la televisione e, oltre alla scrittura, fra i suoi maggiori interessi figura la gastronomia, materia della quale si è occupato anche per i suoi scritti.

Autore di libri e collaboratore di diverse testate (fra cui l’Unità, la Repubblica, la stessa Stampa e la rivista Comix), ha contribuito assieme a Giancarlo Magalli alla conduzione della fortunata edizione di Fantastico ‘87 e delle trasmissioni televisive Porca miseria e Svalutation); sempre come presentatore si è confrontato con un discusso rifacimento della popolare Lascia o raddoppia?, lanciata a metà anni cinquanta da Mike Bongiorno (curiosamente nati entrambi il 26 maggio), ed una propria Cucina Gambarotta.

Per la radio, a cui collabora tuttora curando tra l’altro una rubrica fissa per Torino 7, ha presentato fra l’altro le trasmissioni Tempo reale e, in coppia con Luciana Littizzetto, Single (1997).

Gambarotta ha anche scritto e recitato per il teatro cabaret, il teatro in lingua piemontese e quello in lingua; ha scritto romanzi di genere giallo-ironico-parodistico che hanno avuto un notevole successo di vendite e di critica. Nel 2006 per la casa editrice Morganti apre la collana di romanzi ‘le Grandi Parodie’ con Il Codice Gianduiotto, uno spassoso e colto divertissement che fa il verso al Codice da Vinci di Dan Brown.

Che cosa significa trovarsi di colpo liberi senza sapere che cos’è la libertà e qual è il prezzo che comporta? Questo è soltanto uno degli interrogativi esistenziali che aleggeranno nell’atmosfera bucolico-cittadina del giardino Corte Sconta venerdì 27 agosto. Interrogarsi con la giusta dose di ironia e autocritica, sul senso stesso della libertà, per saperla gestire e per uscire finalmente da questo stato di “pollità” che ci tiene piantati a terra.

Prima (durante) e dopo l’incontro l’Associazione Culturale Cometa propone APERI.libro “metropollitano”!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2010 alle 16:56 sul giornale del 24 agosto 2010 - 650 letture

In questo articolo si parla di cultura, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brW





logoEV