A San Giuliano va in scena l'incontro tra il santo e padre Matteo Ricci

padre matteo ricci 1' di lettura 27/08/2010 -

Spettacolo inedito alla Galleria Galeotti, dove per la festività del patrono è stata allestita una mostra d'arte sui volti di San Giuliano di Silvio Craia. Nella sera di martedì alle 22, prima dello spettacolo pirotecnico, sarà possibile visitare la mostra accompagnati dalla voce narrante di Rodolfo Craia.



Negli ultimi anni l'attore maceratese ha sempre voluto rendere omaggio al santo attraverso l'arte del teatro, rendendo nota la sua leggenda e la sua storia di uomo, associandolo a personaggi della letteratura come l'Otello, attraverso la lettura dei suoi testi; facendone un'analisi quasi psicologica; sempre e comunque esaltando ciò che ha fatto santo l'uomo: la capacità di accogliere e perdonare. Quest'anno l'idea ultimata in extremis è quella di accostare San Giuliano ad un altro grande personaggio autoctono: padre Matteo Ricci.

Cosa hanno in comune queste due grandi anime? Il non aver paura del diverso rispettandolo, l'apertura verso l'altro; per questo l'associazione hanno deciso di far leggere brani a Rodolfo Craia, tra cui alcuni del professor Filippo Mignini, che trattassero proprio dell'uomo religioso di cui quest'anno si festeggiano i quattrocento anni dalla morte.

L'ingresso alla mostra è gratuito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2010 alle 16:09 sul giornale del 28 agosto 2010 - 477 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byt





logoEV