Nuovo concorso 'C’era una foglia', scadenza a fine mese

pittura 2' di lettura 25/11/2010 -

Scade il 30 novembre il nuovo concorso “C’era una foglia”, rivolto ai bambini delle scuole primarie marchigiane. Il progetto ecologico, giunto all’ottava edizione, quest’anno ha come tema la Luna, da sempre fonte ispiratrice per il genere umano e protagonista di numerose mitologie e credenze popolari. Per partecipare occorre spedire all’indirizzo info@spazioambiente.org la scheda di iscrizione scaricabile sul sito.



Dal 2004, il progetto ha coinvolto 5500 alunni ed alunne di oltre 100 scuole primarie e 260 classi: numeri che danno l’idea della bontà dell’iniziativa che ha già raccolto 417 lavori di gruppo o singoli. Alla fine dell’anno scolastico, verrà edito un libro con le 20 opere più belle. Tutti i proventi derivanti dalla vendita del volume saranno destinati a un progetto di solidarietà internazionale di Emergency: “Le Marche per la Sierra Leone. Adotta il centro chirurgico e pediatrico di Goderich”.

“C’era una foglia” è un progetto che intende motivare i bambini a pensare “liberamente” all’Ambiente, incentivando un percorso di educazione ambientale attraverso il loro immaginario, e a concepirlo come una risorsa, come spazio vitale e come luogo di integrazione di culture diverse.

In questi sette anni, l’iniziativa ha permesso di discutere e riflettere insieme su tematiche specifiche, seguendo due modalità differenti, grazie alla collaborazione dell’Università degli Studi di Macerata, con la prof.ssa Paola Nicolini. Infatti, la creatività e l’estro espressi nelle fiabe si affiancano all’analisi e alla elaborazione dei dati che la docente sta effettuando, conferendo al progetto una forte valenza didattico-scientifica. L’obiettivo è proporre agli insegnanti percorsi di educazione scientifica e strumenti didattici da utilizzare in classe, riconoscendo il loro ruolo primario e assicurando libertà nell’approccio comunicativo con i propri alunni.

Oltre alla partecipazione dell’ateneo maceratese, il progetto è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dal MIUR (ufficio regionale scolastico), dalla Regione Marche, dalle Province di Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno, dall’ARPAM, dal Parco Monti Sibillini, da Legambiente Marche e dal WWF Marche.

Tutte le opere di “C’era una foglia” sono consultabili sul sito www.spazioambiente.org.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2010 alle 17:16 sul giornale del 27 novembre 2010 - 634 letture

In questo articolo si parla di attualità, Macerata eventi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eNf





logoEV