Macerata celebra la nona Giornata mondiale contro la pena di morte

sferisterio 1' di lettura 27/11/2010 -

Il Comune di Macerata è tra le "Città per la vita" che aderiscono alla nona Giornata mondiale contro la pena di morte promossa dalla Comunità di Sant'Egidio al grido di "No Justice without life".



La Giunta comunale ha, infatti, aderito all'iniziativa del prossimo 30 novembre che vede coinvolti ben 83 paesi e 1265 città del mondo, uniti per dire no alla pena di morte. Macerata, che connota il suo carattere di "città della pace" anche attraverso il sostegno di messaggi universali come quello del rispetto dei diritti umani e della contrarietà alla pena di morte, illuminerà il suo monumento simbolo, lo Sferisterio.

Dalle ore 12 di lunedì 29 novembre, alle ore 12 di mercoledì 1 dicembre, le luci accese dell'Arena, unitamente a quelle dei principali monumenti delle 1265 città aderenti, vorranno metaforicamente sottolineare il concetto di "veglia", intesa come attenzione viva e riflessione profonda intorno ad un messaggio universale che unisce i popoli contro la soppressione della vita. Come simbolo di partecipazione della città, sulla facciata del Palazzo comunale sarà nuovamente esposta la foto di Sakineh, la donna iraniana che rischia la lapidazione, mentre sullo Sferisterio uno striscione con la scritta che ricorda la Giornata mondiale contro la pena di morte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2010 alle 17:54 sul giornale del 29 novembre 2010 - 617 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, sferisterio, comune di macerata, pena di morte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eSf