Lavoro: calano gli ingressi in mobilità ma non scende il numero dei lavoratori

14/02/2011 -

Nel corso del 2010 i lavoratori residenti nella provincia di Macerata che sono stati iscritti nelle liste di mobilità risultano essere 2.241, con una diminuzione del 18% rispetto al 2009.




Nello stesso arco di dodici mesi dell’anno appena passato coloro che sono usciti dalla “liste” sono stati 2.045 (il 44% in più rispetto al 2009). Complessivamente al 31 dicembre scorso nelle liste di mobilità della provincia di Macerata i lavoratori iscritti erano 4.339, con un incremento del 6% rispetto alla stessa data del 2009.A fronte di un aumento complessivo di iscritti alla “mobilità”, pari a 231 lavoratori, il flusso di entrata è risultato sostanzialmente inferiore rispetto al 2009 (496 lavoratori in meno nel 2010 di iscritti nelle liste di mobilità).

I dati sono stati elaborati dall’Osservatorio provinciale del mercato del lavoro istituito all’interno del settore Politiche del Lavoro della Provincia di Macerata e sono ora pubblicati sul portale internet anche in forma disaggregata per ambiti territoriali, determinati in base ai tre Centri provinciali per l’impiego.

Nuovi ingressi nelle liste di mobilità Il maggior numero di lavoratori “entrati” in mobilità nel corso del 2010 sono nella circoscrizione di Civitanova Marche (947), dove la percentuale di diminuzione rispetto al 2009 è stata del 20%. Nella circoscrizione del Centro impiego di Macerata coloro che sono entrati in mobilità ammontano a 730 (5% in meno del 2009). I restanti 564 lavoratori sono stati iscritti in mobilità nel Centro impiego di Tolentino, dove si è registrata la diminuzione più consistente rispetto all’anno prima (- 28%).

Tenendo conto dei settori produttivi, la diminuzione maggiore di nuovi ingressi in mobilità si è registrata nel comparto calzaturiero (-34%), dove gli iscritti alla mobilità sono stati 410, mentre nel 2009 erano stati 622. Flussi di uscita dalla mobilità Dei 2.045 lavoratori che nel 2010 sono usciti dalla liste di mobilità, 704 hanno trovato un nuovo lavoro a tempo indeterminato, mentre solo 50 sono usciti per pensionamento.

La maggior porte (1.282) sono stati cancellati per scadenza del termine, cioè del diritto a rimanerne iscritto che, in base all’età, varia da uno a tre anni. Nel corso del 2010 anche altri 460 lavoratori hanno avuto la trasformazione del loro contratto di lavoro da tempo determinato a indeterminato. Iscritti alla mobilità al 31 dicembre 2010 Il maggior numero di iscritti (1.898) appartiene alla circoscrizione del Centro impiego di Civitanova Marche; seguono le circoscrizioni di Macerata (1.292) e Tolentino (1.149).

Suddividendo per fasce d’età il numero complessivo di 4.339 lavoratori iscritti alla mobilità alla data del 31 dicembre 2010, la maggior parte (1.534, + 11%) sono quarantenni (40-49 anni), seguono i cinquantenni (1.368, + 14% tra 50 e 59 anni) e i trentenni (913). La fascia d’età fra 30 e 39 anni è l’unica che ha visto diminuire (-11%) i lavoratori in lista di mobilità, mentre quella tra 20 e 29 anni è rimasta immutata con 399 iscritti. Tra gli iscritti figurano anche 125 lavoratori di 60 o più anni d’età.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2011 alle 14:27 sul giornale del 15 febbraio 2011 - 645 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hnl