Tolentino: iniziata la 16° rievocazione storica della battaglia di Tolentino

4' di lettura 06/05/2011 -

Iniziata ufficialmente la 16° edizione della Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino organizzata dall’Associazione Tolentino 815 e dal Comune di Tolentino.



Dopo gli anni intermedi, la rievocazione storica delle fasi salienti della battaglia combattuta il 2 e 3 maggio 1815 tra l'esercito di Giacchino Murat, Re di Napoli e quello austriaco del Barone Federico Bianchi e considerata da vari storici come la prima battaglia per l'Indipendenza Italiana, torna al Castello della Rancia in grande stile con diverse iniziative quali incontri, mostre, conferenze, presentazioni di libri e soprattutto torna con una importante partecipazione di rievocatori provenienti da tutta Europa che, per due giorni, ricostruiranno in maniera fedele, accampamenti, movimenti di truppe e cavalleria, vita militare e fasi degli scontri.

Grande attesa anche per le nuove movimentazioni che saranno presentate dal gruppo storico tolentinate “2° Cavalleggeri”. Con questa importante manifestazione, nell’anno che celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sempre più apprezzata a livello europeo e che richiama il pubblico delle grandi occasioni, Tolentino torna crocevia della Storia Nazionale: inizio e fine dell'epoca franco-italica, tra il declino del potere temporale pontificio (Trattato di Tolentino, firmato il 19 febbraio 1797 tra Napoleone Bonaparte ed i rappresentanti dei Papa Pio VI) e le origine del Risorgimento (Battaglia di Tolentino). Questo il programma di sabato 7 maggio: Ore 9.00 gemellaggio tra Istituto Istruzione Superiore “F. Filelfo” di Tolentino e Istituto Nautico e Commerciale di Pizzo e presentazione lavori, aula magna dell’Istituto “Filelfo. Si tratta del terzo incontro tra i due istituti, che sono stati favoriti dall’associazione Tolentino 815 a seguito del protocollo d’intesa stipulato nel 2010 con l’Istituto Filelfo, con lo scopo di promuovere la memoria storica tra i giovani relativamente alla Battaglia di Tolentino 1815 e favorire il gemellaggio fra gli istituti scolastici di Tolentino, Napoli e Pizzo Calabro.

Partecipa l’associazione Murat di Pizzo, con cui l’associazione Tolentino 815 è gemellata dal 2008. Ore 11.00 annullo postale figurato “150º Unità d’Italia” a cura del Circolo Filatelico Numismatico “Città di Tolentino”, via San Nicola. L’associazione è dedita alla divulgazione dell’interesse per il collezionismo filatelico numismatico e scambi fra soci e appassionati. Organizza ogni anno Tolefil, rassegna mercato di francobolli, monete, cartoline e carte telefoniche. Ore 11.30 messa in Onore ai Caduti e inaugurazione ufficiale cippo commemorativo del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, monumento c.da Rotondo, con la presenza degli studenti degli istituti scolastici di Tolentino ed i rappresentanti dei due eserciti che rendono Onore ai Caduti della Battaglia di Tolentino. Ore 13.00 rancio del soldato, Castello della Rancia. Ore 14.00 accampamento storico, allestimento con gruppi storici di ricostruzione provenienti da vari paesi europei; i napoletani e gli austriaci occupano il terreno antistante il castello e piazzano le loro tende in uno spazio riservato.

La vita del soldato viene ricostruita proprio come si svolgeva quasi duecento anni fa: inquadramento, manovre, maneggio armi, parate, rancio, servizio ronda, libera uscita. Le visite al campo e soprattutto, il contatto con i rievocatori possono infondere nel pubblico quella passione di cui sono portatori. Apertura al pubblico del Castello della Rancia, in collaborazione con gli studenti dell’Istituto Turistico di Tolentino. Ore 15.00 movimenti di truppe ed addestramenti per singoli reparti. Ore 15.30 rivista armate. I generali passano in rivista le armate, controllano gli armamenti e studiano il campo di battaglia. Ore 16.00 disposizione delle truppe per la battaglia campale. Ore 16.30 rievocazione storica primo giorno della battaglia.

Le movimentazioni e gli scontri tra i due eserciti napoletano ed austriaco si effettuano nella zona retrostante il Castello della Rancia; i naturali avvallamenti del terreno permettono al pubblico di assistere alle varie fasi del primo giorno della battaglia svoltasi negli stessi luoghi nel 1815, con commento audio per la migliore comprensione. Vengono illustrate le varie tattiche d’impiego della fanteria e della cavalleria, sia per l’attacco che per la difesa. Ore 20.00 rancio del soldato, Castello della Rancia. Ore 21.00 gran gala reale, balli storici in costume. Il reale gruppo storico Gioacchino Murat di Pizzo, rievoca le grandi feste da ballo nelle corti e nelle piazze ottocentesche. Si inizia con una polonaise, danza processionale di origine polacca, diffusa in tutta Europa che dal Settecento in poi prende il posto delle danze di bassadanza e pavana; poi un valzer sulle magiche note del Danubio Blu e una miscellanea di valzer figurati, la quadriglia francese, una tra le danze di maggior successo e alcune contraddanze, anche di origine inglese.

Conclude la danza di tradizione popolare Circolo Circasso sulla celebre musica della marcia di Radetzky, di Johann Strauss padre, al Castello della Rancia. Ore 23.00 bivacchi ai campi, le prime ore della notte, con fuochi e bevande, insieme ai soldati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2011 alle 16:44 sul giornale del 07 maggio 2011 - 1104 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ktN





logoEV