Tolentino: terzo incontro del progetto 'Kosmopolites'

2' di lettura 12/07/2011 -

Anche il terzo incontro del progetto ” Kosmopolites” del Comune di Tolentino è stato di notevole interesse.



L’incontro del 9 luglio è stato dedicato alla cultura della Romania un Paese dell’Est Europa il cui nome deriva dall'aggettivo latino Romanus, romano e dove la lingua ufficiale è una lingua neolatina che appartiene alla famiglia delle lingue romanze; ricordiamo, inoltre, che la Romania dal 1º gennaio 2007 è diventa membro dell'Unione Europea.

La comunità dei romeni a Tolentino è costituita da 261 cittadini, l’8,9% di tutti cittadini stranieri residenti nella nostra città (2.939). La maggioranza dei cittadini romeni che vive a Tolentino è costituita da donne: 230 pari all’88% del totale. La serata è stata introdotta dall’Assessore all’immigrazione Alessandro Bruni e dal Presidente della Consulta Immigrati Beckley che ha messo in evidenza la sensibilità del Comune rispetto ai cittadini stranieri e l’importanza de progetto “Kosmopolites” che ha permesso anche a chi non era mai stato in Argentina, in Macedonia o in Romania di fare una sorta di “viaggio” virtuale durante gi incontri. Alina Pricochel, consigliere comunale aggiunto, ha presentato in modo chiaro ed efficace la cultura della Romania offrendo la possibilità di conoscere un mondo che spesso viene filtrato solo dalla lente del pregiudizio.

Di particolare intensità la testimonianza di due signore rumune che vivono da tempo nella nostra città e che hanno messo in evidenza la dura e cruda realtà di chi è vissuto per anni come “clandestino”, del loro lavoro sottopagato, ma anche della solidarietà ricevuta da Caritas, il Comune, Sermit, Consulta degli Immigrati e Patronato Acli. Dopo la lettura di alcune poesie “Non Sono","Preghiera","Desiderio" scritte e presentate da Ioana Pricochel, presidente dell'Associazione Arcobaleno di Tolentino, e "Lo Straniero" presentata da Simona Ghita, si è passati ad un ricco aperitivo rumeno tradizionale: il pane fatto in casa, polpette di carne, fettine di pollo tipo costoletta alla milanese, l'insalata Boeuff, crostini con giardinieria tradizionale, pasta di fagioli, insalata di melanzane grigliate e gli antipasti sulla base di salumi e formaggio rumeno, un pecorino avvolto in scorza d'abete, la carne di capra affumicata, molto speziata e dei dolci tipici rumeni.

Come ogni buona cena si e preso l'avvio con un bicchierino di "tuica" gelata, la grappa che i rumeni bevono come aperitivo, mentre per concludere la serata si è preso un bicchiere di birra rumena, molto apprezzata e il vino, la cui selezione nazionale è ampia, varia e di eccellente qualità.

La visione di un video ha permesso conoscere "I Grandi della Romania" nell'arte, nella storia, nella letteratura, nella scienza, nello sport, le danze popolari rumene e i costumi tradizionali. L’incontro è stato organizzato dall’Assessorato Immigrazione, Servizio Mediazione Culturale, Consulta degli Immigrati, Associazione Culturale Cometa e Caffè Letterario.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2011 alle 18:43 sul giornale del 13 luglio 2011 - 1063 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nhj





logoEV