Liberi di creare: esposizione di produzioni dell’artigianato tipico locale

sara giannini 2' di lettura 22/07/2011 -

L’assessore regionale all’Artigianato, Sara Giannini , ha inaugurato giovedì sera a Macerata la manifestazione “Liberi di creare”, esposizione di produzioni dell’artigianato tipico locale, realizzata dalle imprese che si fregiano del marchio “1M - Marche eccellenza artigiana”.



L’esposizione rimarrà aperta fino al sei agosto, orario 11 - 14 e 17 -20, presso gli “Antichi forni”, i locali sotterranei del Teatro Lauro Rossi risalenti al XIV secolo, recuperati a suggestivo spazio espositivo. L’allestimento è a cura dell’Accademia delle Belle Arti di Macerata, nell’ambito degli aperitivi culturali dello Sferisterio. La mostra è organizzata da Regione Marche, Comune di Macerata, Confartigianato e Cna e vede la partecipazione di circa venti imprese espositrici.

Sono intervenuti anche il l’assessore provinciale, Massimiliano Bianchini e il vice sindaco di Macerata, Irene Manzi, il presidente della Cna provinciale di Macerata, Maurizio Tritarelli e il vice presidente provinciale della Confartigianato di Macerata, Renzo Leonori. Dopo i saluti ci sono stati gli interventi dell’assessore Sara Giannini e di Enrico Pulsioni, docente di Scenografia all’Accademia di Belle arti di Macerata.

“La mostra “Liberi di creare” – ha detto Sara Giannini - racchiude in sé il vero significato dell’artigianato artistico marchigiano: la tradizione degli antichi mestieri artigiani, un legame forte e radicato con il territorio, arte e perizia tecnica, ma anche capacità di innovarsi e confrontarsi con la contemporaneità. L ’iniziativa rappresenta la sintesi di alcuni interventi che abbiamo avviato a sostegno dell'artigianato artistico, che in un momento di difficoltà economica come quello che viviamo, mostra comunque una buona tenuta. Le produzioni di qualità che il settore sa esprimere, oltre a rappresentare la storia e l’identità regionale, evidenziano una buona domanda di mercato, costituiscono occasione di sviluppo ed occupazione e anche testimonianza culturale della radicata laboriosità della nostra comunità. La nostra è una Regione artigiana, la più artigiana d’Italia, forte delle proprie tradizioni e con una importante vocazione produttiva. La Regione Marche , attraverso l’individuazione di un marchio “Marche Eccellenza Artigiana”, valorizza, promuove e tutela questo universo artistico e produttivo che sul territorio regionale vanta circa 2550 botteghe di artigianato artistico e tradizionale. Un forte apprezzamento per la laboriosità degli artigiani, provenienti da tutto il territorio provinciale, che espongono le loro opere a Macerata e che hanno conquistato l’appartenenza al Marchio Mea. Maceratesi e turisti potranno così immergersi nella tradizione ammirando i lavori dei nostri maestri artigiani che espongono le loro opere”.

Dall’intreccio del giunco di Mogliano, alla lavorazione dei metalli preziosi di Porto Recanati, dalla straordinaria tessitura e sartoria di Macerata, al vetro soffiato e al ferro battuto di Camerino, la mostra percorre, sotto il Marchio Marche eccellenza artigiana della Regione Marche, un itinerario di eccellenza artigianale e artistica tra abilità e creatività che mescolano le tradizioni con il design e il gusto moderni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2011 alle 16:50 sul giornale del 23 luglio 2011 - 801 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, artigianato, sara giannini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nEL





logoEV